Top

Alcione, gioia a sorrisi. Vignoli: «C’è voglia di fare un buon campionato»

“Entusiasmo” è la parola chiave dei primi giorni di lavoro dell’Alcione. Gli Orange si sono ritrovati mercoledì 19 agosto, lavorando divisi in gruppi per la prima settimana. «Finora il bilancio è molto positivo» spiega il dirigente Paolo Vignoli. «Abbiamo una buona rosa, i nuovi si stanno integrando al meglio e il gruppo è unito. C’è una bella atmosfera, speriamo di fare un grande campionato».

Gli allenamenti

La squadra del neo allenatore Omar Albertini ha potuto sfruttare al massimo il centro sportivo di via Olivieri, ampliato recentemente fino ad ottenere due campi a 11  e due a 5. Grazie a questo ammodernamento, il club ha potuto rispettare meglio il protocollo anti-covid per i dilettanti. Le docce sono state limitate e i campi separati per garantire il distanziamento sociale. «Sarà tutto più difficile quando comincerà anche tutto il resto del settore giovanile, per adesso riusciamo ad adeguarci senza problemi» ricorda Vignoli.

Alle strutture hanno accesso solo i tesserati. Tra questi, le facce nuove, oltre al tecnico Albertini, sono il difensore centrale Fabio Cusaro, ex Ac Leon e i giovani Bandini, Fabbozzi e Zani. Acquisti di qualità che fanno dell’Alcione una delle squadre più interessanti del girone A di Eccellenza. Se da sempre l’obiettivo della società è la valorizzazione del vivaio, una bella figura anche con la prima squadra darebbe ancora più lustro a uno dei club dilettantistici più importanti di Milano. Per ora a Baggio si accontentano di migliorare il piazzamento della scorsa stagione che ha visto gli Orange finire a metà classifica.

Il programma

Dopo la prima amichevole stagionale contro il Vighignolo, vinta 6-0 con tripletta di Cicogna e gol di Martinoia, Orlandi e Paron, l’Alcione affronterà domenica il Muggiò, prima del match con la Tritium, fissato per il 6 settembre a Trezzo sull’Adda.

Condividi su
X