Top
Anzano

Eccellenza – Anzano bestia nera dell’Ardor Lazzate, Moroni supereroe della Castellanzese

Terza giornata di ritorno in Eccellenza, condizionata dalla neve e che ha visto la rinascita del Fenegrò grazie ad Alessandro Anzano. La Castellanzese inguaia Castano ma la posizione di Emiliano Palazzi non sarebbe a rischio, con la società che per voce del direttore sportivo Marco De Bernardi ha confermato il suo allenatore. Tre, invece, le partite rinviate.

 

Doppia illusione Ardor, ma Anzano mata ancora Lazzate

Chi di recupero ferisce, di recupero perisce. Ancora una volta il Sovrano Alessandro Anzano punisce l’Ardor Lazzate in pieno recupero, regalando la prima vittoria del 2019 al Fenegrò. Un ribaltone clamoroso arrivato con l’uno-due praticamente in pieno recupero, in una gara piena di emozioni.

 

Neve e freddo a condizionare la sfida, indirizzata a metà primo tempo dal colpo di Marchini. Varesio non è ottimo in uscita sul cross di Bollini Frigerio, il numero otto è ben appostato sul secondo palo e trova la rete galvanizzando l’Ardor. Lazzate può così fare una gara difensiva mentre Fenegrò vede i fantasmi ma Varesio evita il tracollo ipnotizzando Gambino. Fantasmi scacciati via da un inizio di ripresa gagliardo: Pizzini beffa per due volte Bernello e punisce inesorabilmente Bardaro per il pari.

 

Ospiti a fare la partita, ma ancora una volta Lazzate punisce. Magro controlla il pallone in area di rigore, la giocata è da applausi, il sinistro chirurgico con il pallone che impatta il palo interno e trova il fondo della rete. Sostanza? Nuovo vantaggio Ardor e Fenegrò sull’orlo del baratro. Poi il clamoroso epilogo, complici anche degli svarioni difensivi gialloblù non indifferenti. Spano mette il pallone sui piedi di Anzano e dopo un batti e ribatti arriva il pari di Boselli, poi è il Sovrano decisivo su precisa imbeccata di Pizzini (gestione pessima di Bardaro). Alla fine è festa grande, tirando un sospiro di sollievo.

 

ARDOR LAZZATE-FENEGRO’ 2-3

ARDOR LAZZATE: Bardaro 5, Spano 5, Raimondo 6, Villa 6, Bernello 5, Sala 6, Brugnera 6, Marchini 6.5 (32’ st Martino 6), Gambino 5.5, Bollini Frigerio 6 (40’ st Velocci sv), Chiarello 6.5 (25’ st Magro 6.5). A disp. Mauri, Crotti, D’Astoli, Cucchiolo, Cristiano, Iacovelli. All. Chiodini 6.

FENEGRO’: Varesio 6, Scarcella 5.5 (24’ st Panzetta 6.5), Bello 6.5, Galletti 6, Mikhailovsky 6, Perini 5.5, Campus 6, De Vincenzi 6, Pizzini 7, Fabozzi 5.5 (40’ st Boselli 7), Anzano 7. A disp. Bordin, Barlusconi, Montemurro, Maggiore, Guaita, Melesi, Scapinello. All. Broccanello 6.5.

ARBITRO: Cirio di Savona.

 RETI: 23’ Marchini (A), 5’ st Pizzini (F), 35’ st Magro (A), 45’ st Boselli (F), 48’ st Anzano (F).

 AMMONITI: Velocci (A), Scarcella (F), Perini (F), Campus (F).

Paolo Andrea Zerbi

 

L’eroe che non ti aspetti, Moroni esalta la Castellanzese

La doppietta del giovane Moroni esalta la Castellanzese. La capolista supera nettamente la Castanese rendendo amaro il ritorno di Emiliano Palazzi a Castellanza

PRIMO TEMPO – A scendere in campo con una grinta diversa è la Castanese, che per i primi 10′ di gioco chiude la Castellanzese nella propria metà campo, sfiorando anche il gol del vantaggio con Barbaglia, ma è bravo l’estremo difensore di casa, Chiodi, a respingere con i pugni. Al 12′ si fanno vedere anche gli uomini di Roncari, Gibellini spizza di testa, ma Ghirardelli risponde presente e devia la conclusione. Alla mezz’ora è la formazione guidata da Palazzi ad avere una ghiotta occasione con Bramante, ma Chiodi in allungo dice no. Solo al 44′ della prima frazione di gioco la Castellanzese riesce a sbloccare una partita che fino a quel momento era sembrata molto più che equilibrata; ci pensa Moroni con una legnata da fuori area a siglare l’1-0.

SECONDO TEMPO – È proprio Moroni il protagonista di giornata, il numero 6 della formazione di casa all’8 della ripresa trova il raddoppio e la gioia personale della doppietta. Il carattere della Castellanzese inizia a venire fuori e dopo due occasioni sprecate, al 24′, Gibellini riesce a insaccare la terza rete e ad archiviare definitivamente la pratica Castanese. Gli uomini di Roncari, dopo la sconfitta nella prima di ritorno, ritrovano la continuità necessaria, nonostante la Castanese si sia resa veramente ostica nella prima frazione di gioco.

CASTELLANZESE-CASTANESE 3-0

CASTELLANZESE (4-2-3-1): Chiodi 6.5, Nejimi 6.5 (44’st Compagnone s.v), Ghilardi 7 (44’st Raimondi s.v), Mantegazza 5.5, Cusaro 6.5, Moroni 7.5, Pedergnana 5.5, Bigioni 6 (25’st Nocciola 5.5), Gibellini 6, Dell’Aera 6.5 (35’st Diaferio), D’Onofrio 6. A disp.: Giorgetti, Cesaro, Roncari, Zappulli. All.: Roncari.

CASTANESE (4-1-4-1): Ghirardelli 5, Sciocco 6, Cattaneo 6, Perfetti 5, Zingaro 6.5, Bianchi 5, Lepori 6 (35’st Guerci s.v), Greco 5.5 (31’st Caraffa s.v), Surace 5.5 (25’st Sindaco 6), Barbaglia 6.5 (31’st Appella 6), Bramante 6.5. A disp.: Santangelo, Lopes Guerra, Colombo, Belloli, Perruna. All.: Palazzi.

ARBITRO: Martina di Palermo.

 RETI: 44′ Moroni (Caste.), 8’st Moroni (Caste.), 24’st Gibellini (Caste.)

 AMMONITI: Perfetti (Casta.), Nejimi (Caste.)

Martina Crosta

IL COMMENTO – Bestie nere, orlo del baratro, vittorie scacciacrisi

In una domenica in cui vince la neve in tre stadi (Sesto Calende, Solbiate Arno e Masnago), quattro vittorie e un solo pareggio. Da cosa partire? Dalla prima della classe, ovviamente. La Castellanzese trova il protagonista che non ti aspetti, ma Moroni tra andata e ritorno ha punito tre volte Castano. Se segnano tutti, diventa impossibile andare a prendere Roncari, mentre è amarissimo il ritorno a Castellanza di Emiliano Palazzi. Via dal campo scuro in volto, ma il ds Marco De Bernardi ha confermato il suo allenatore: “Ci manca incisività vicino alla porta, ma la posizione del nostro allenatore non è in discussione”. Chissà invece come si sarà sentito Simone Broccanello al secondo gol dell’Ardor Lazzate. La reazione, complici i clamorosi svarioni della difesa gialloblù, e magari una cena offerta ad Alessandro Anzano che, da vero Sovrano, si prende la corona. Come all’andata, quando decise sempre nel recupero. E ad interpretare gli umori nel post partita, l’Ardor non l’ha presa affatto bene. Le altre? Legnano è continua (ed era ora, vien da dire), ma i giovani terribili di Pietro Barbarito fanno sognare Verbano. Mariano? Si pecca di incisività, ma visto come stava andando la partita è comunque un punto guadagnato. Pensando alla salvezza, unico obiettivo. Che doveva comunque esser tale anche ad inizio campionato.

ACCADEMIA PAVESE-VERBANO 1-3

ACCADEMIA PAVESE: Binaschi 6, Malcovati 5.5, Losi 5 (26’ st Riceputi 6), Cozzi 6, Filadelfia 5, Brega 5.5, Buscaglia 6 (26’ st Zani 6), Foppa 5.5 (11’ st Castoldi 5.5), Romano 5, Grossi 5.5 (44’ st Firpi sv), Pellegata 5.5 (36’ st Negri sv). A disp. Galimberti, Sabbadin, Mangiarotti, Alibrandi. All. Albertini 5.5.

VERBANO: Spadavecchia 5.5, Micheli 6.5, Gecchele 6, Mira 6.5, Pescara 6.5, Castelli 6, Dal Santo 6.5, Malvestio 6 (30’ st Galli 7), Vezzi 6.5, Oldrini 6.5, Banfi 7.5 (39’ st Bianchi sv). A disp. Berton, Scurati, Santagostino, Gomez, Tafili. All. Cotta 7.

ARBITRO: Gadaleta di Lodi.

 RETI: 43’ Banfi (V), 45’ Banfi (V), 38’ st Galli (V), 44’ st Malcovati (A).

 AMMONITI: Pellegata (A), Micheli (V), Vezzi (V).

 

BUSTO 81-VILLA CASSANO ND (sospesa al 21’ primo tempo sul punteggio di 0-0)

BUSTO 81: Monzani, Pellini, Bisceglia, Puka, Ferri, Calzi, Becchio, Cannizzaro, Berberi, Palumbo, Scognamiglio. A disp. Safiem, Vernocchi, Blliku, Vago, Shullani, Dal Molin, Milani, Tondini. All. Civeriati.

VILLA CASSANO: Rota, La Marca, Romano, Pacifico, Augliera, Pisoni, Rigoni, Scaccabarozzi, Andriuoli, Anelli, Marcinnò. A disp. Seitaj, Lora, Guarda, Paroni, Lagotana, Pecchia, Shala, Fusco, Buzzi. All. Antonelli.

ARBITRO: El Ella di Milano.

 

LEGNANO-FERRERA 3-1

LEGNANO: Sinani 6, Ronchi 6, Miculi 6.5, Provasio 7, Bianchi 6.5, Ortolani 6, Calviello 6.5, Amelotti 7.5, Grasso 6.5 (38’ st Mazzini sv), Giardino 7 (26’ st Trenchev 6.5), Foglio 6.5 (42’ st Balconi sv). A disp. Travaini, Crea, Conti, Poerio, Borghi, Curci. All. Fiorito 6.5.

FERRERA: Artem 6.5, Cavuoto 5.5, Battista 5, Lucente 5.5, Busseti 5.5, Guido 6, Pasani 5.5 (23’ st Rabaioli 6), Rosa 5.5 (23’ st Pici 6), Salomoni 5 (13’ st Adeyan 6), Mannozzi 6 (26’ st Rossi 5.5), Mullici 6 (44’ st Skenderaj sv). A disp. Lodigiani, Balduzzi, Tambussi, Giardina. All. Falsettini 5.5.

ARBITRO: Cappai di Cagliari.

 RETI: 12’ Giardino (L), 12’ st Provasio (L), 32’ st Bianchi (L), 36’ st Guido (F).

 AMMONITO: Battista (F).

 

MARIANO-CITTA’ DI VIGEVANO 1-1

MARIANO: Comi 6, Casartelli sv (13’ Sironi 6), Malvestiti 6, Cassamagnaga 6 (44’ st Pacini 6), Frigerio 5.5, Tamai 6, Zorloni 6, Loew 6 (21’ st Gualandris 6), Milazzo 6.5, Giugliano 5.5, Iacopetta 5.5. A disp. Franco, Molteni, Galli, Bianchi, Lazzarin, Shala. All. Rovellini 6.

CITTA’ DI VIGEVANO: Campironi 7, Dalia 6, Casula 5.5, Procopio 5.5, Lagonigro 6, Marianini 6, Colombo 6, Molina 7, Dioh 6.5, Fiore 6.5 (36’ st Ragusa sv), Rizzo 5.5. A disp. Nese L., De Ciechi, Zampiero, Rossi, Brasca, Nese N., Sidonio. All. Melchiori 6.

ARBITRO: Brozzoni di Bergamo.

 RETI: 23’ rig. Molina (C), 41’ st Milazzo (M).

 AMMONITI: Loew (M), Milazzo (M), Iacopetta (M), Procopio (C), Lagonigro (C), Marianini (C).

 ESPULSO: 45’ st Gualandris (M).

 

SESTESE-ALCIONE ND

VARESE-VARESINA ND

 

CLASSIFICA: Castellanzese 44, Verbano 35, Fenegrò 33, Legnano 33, Busto 81 31, Varese 31, Varesina 30, Sestese 26, Alcione Milano 24, Accademia Pavese 23, Mariano 22, Ardor Lazzate 19, Castanese 13, Villa Cassano 11, Città di Vigevano 10, Ferrera 6.

Condividi su
X