Top

Arconatese Serie D, il centrocampista Giacomo Vecchierelli: “C’è rammarico per la scorsa stagione. Arconate è una bella famiglia”

Ai microfoni di BePi Tv si è espresso il centrocampista centrale classe 2000 Giacomo Vecchierelli. All’Arconatese da gennaio 2021, ha giocato in precedenza con la maglia del Casale con la quale ha esordito in Serie D a 17 anni. L’esperienza con la squadra nerostellata è iniziata nel luglio 2017 e ha collezionato 77 presenze, oltre a 3 reti segnate. Dopo, passa all’Arconatese e qui rimarrà anche la prossima stagione. Ad Arconate sono 64 le presenze e una rete. Un giocatore di appena 22 anni ma con alle spalle una grandissima esperienza in Serie D, vanta infatti 141 presenze in questa categoria tra campionato e Coppa Italia Serie D.

Cosa ti ha portato a rinnovare con l’Arconatese?

“Mi ha portato a rinnovare il fatto che comunque lavoro come mister già da due anni, conosco la società e il progetto della società è ambizioso. Si sta molto bene ad Arconate, è una bella famiglia e quindi non ho avuto molte esitazioni sul restare”.

Che stagione è stata quella appena conclusa? C’è un po di rammarico per non aver centrato i playoff?

“Ovviamente c’è il rammarico, perché non siamo riusciti a raggiungere i playoff e era un obiettivo sicuramente anche per come avevamo iniziato. Abbiamo fatto un girone d’andata strepitoso e poi ci siamo persi; quindi, il rammarico c’è però nel complesso a livello di stagione non si può neanche dire che è stata negativa”.

Che ricordi ti porti della tua esperienza al Casale?

“Casale mi ha dato sicuramente l’opportunità di esordire in questa categoria a 17 anni e mi ha sicuramente formato e aiutato nella mia crescita come persona e porto sempre dietro un ricordo bellissimo, infatti è stata una bella esperienza”.

Che stagione ti aspetti? Dove può arrivare l’Arconatese il prossimo anno?

“Per la prossima stagione mi aspetto e spero sicuramente un miglioramento perché il progetto della società sembra un progetto ambizioso, c’è tanta voglia di far bene, anche con i nuovi acquisti. Quindi mi aspetto e penso che anche i miei compagni ci aspettiamo di fare una bella stagione”.

In vista dei nuovi gironi, ritieni più difficile un inserimento nel girone A come nella stagione 2020/21 oppure nel girone B come quella appena passata?

“Secondo me sono tutti e due due gironi difficilissimi sia l’A che il B e secondo me sono quelli più difficili e quindi non penso ci sia differenza a capitare in uno o nell’altro”.

Quali sono secondo te le squadre lombarde che potranno lottare per la vittoria del girone in cui andranno a competere?

“Non ti saprei dire quali sono le squadre favorite perché non sono neanche bravo a fare previsioni e quindi ti dico spero noi”.

Christian Spada

Condividi su
X