Top
Ardor Lazzate

Eccellenza – Ardor Lazzate e la difesa tra dolori, gioie e mercato. il ds Marco Proserpio: “Serve un atteggiamento diverso”

Un misto tra soddisfazione ed amarezza in casa Ardor Lazzate. La rovesciata di capitan Sergio Sala ha permesso ai gialloblu di Giampaolo Chiodini di strappare un pareggio prezioso, visto come si era messa la partita contro il Villa Cassano. Un punto d’oro, ma al tempo stesso una prestazione che non ha convinto, visto che di fatto è successiva (seppur un mese dopo) alla vittoria casalinga contro la Varesina.

 

La partita contro il Villa Cassano

Due gol al passivo nel giro di sei minuti nel primo tempo, l’espulsione di Bernello dopo dieci minuti nella ripresa. Sembrava proprio una domenica da dimenticare, invece il cuore Ardor Lazzate ha permesso comunque di reagire. Nel segno di Sergio Sala, che prima si è procurato un rigore (trasformato da Gambino) poi ha trovato la rete pazzesca. Eppure… Proprio la linea difensiva ha evidenziato alcune lacune, soprattutto nei primi quarantacinque minuti. “Abbiamo commesso troppi errori difensivi che ci hanno costretto agli straordinari nel finale di gara. La partita non mi è piaciuta, il  lato positivo è che abbiamo avuto la forza e la capacità di recuperare una partita che si era messa male”, le prime parole del direttore sportivo Marco Proserpio. Difesa in chiaro scuro, ma di fatto tre quarti dei protagonisti saranno assenti nella trasferta di Castano Primo. E allora ecco che il lavoro sul mercato di Proserpio potrebbe non essere finito.

 

Novità in entrata?

Il reparto difensivo è l’unico praticamente non toccato durante il mercato di riparazione, ma qualcosa in tempi brevi potrebbe presto essere annunciato. Il motivo? Bernello e Sala saranno entrambi squalificati dal Giudice Sportivo (il primo espulso, il secondo per somma di ammonizioni), Carrafiello già assente contro il Villa Cassano non recupererà e anche Cristiano potrebbe non esserci domenica. “Abbiamo in prova un terzino destro classe 2000 che potremmo tesserare, stiamo facendo anche le dovute valutazioni per ulteriori inserimenti in mezzo alla difesa”, spiega Proserpio. Identikit? Presto fatto: serve dare un pizzico di velocità in più a una retroguardia apparsa un po’ troppo statica e lenta. Presto potrebbe muoversi qualcosa, anche se la novità sarà comunque rappresentata da innesti da fuori regione.

 

La sfida contro la Castanese

Di scontro diretto in scontro diretto, la partita di Castano Primo rappresenta un altro crocevia per la stagione. Già, perché la classifica al momento dice comunque salvezza (Ardor Lazzate dentro i playout ma a +7 sul Città di Vigevano), un allungo su chi sta alle spalle darebbe quella tranquillità necessaria per raggiungere l’obiettivo. Proserpio, intanto, dà la carica ai suoi ragazzi: “Mi aspetto sicuramente un altro tipo di prestazione e soprattutto un altro tipo di atteggiamento. Rispetto alla partita con la Varesina ho visto un passo indietro da parte di qualche giocatore a livello di condizione ma siamo consapevoli dell’importanza della posta in palio”. Qualcosa potrebbe cambiare anche davanti. Gambino non ha segnato ma ha comunque fatto il suo, mentre l’ingresso di Bollini Frigerio ha sicuramente dato maggior verve vista la giornata sottotono di Brugnera e Velocci. Dopo la grande paura, un punto di ripartenza. Ora serve un ulteriore passo. Con una difesa praticamente da reinventare.

Paolo Zerbi

Condividi su
X