Top

Beretta spara due colpi, la capolista Pont Donnaz cade sul campo del Legnano

Dopo la sconfitta subita domenica scorsa in casa del Città di Varese, il Legnano di mister Sgrò rialza subito la testa e conquista una vittoria pesantissima contro il Pont Donnaz, che però rimane momentaneamente in cima alla classifica di questo girone A. In virtù dei risultati maturati sui campi del Casale e del Fossano, dove Caronnese e Folgore Caratese sono state sconfitte entrambe per 1-0, la vittoria conquistata ai danni degli aostani permette ai lilla di accorciare ulteriormente il distacco rispetto al quinto posto: attualmente sono soltanto due i punti che separano Gasparri&Co dalla zona play off.

Al “Giovanni Mari” l’eroe di giornata è Roberto Beretta, autore di una splendida doppietta che regala la vittoria alla propria squadra. La partita viene decisa nei primi quarantacinque minuti di gioco, ad aprire le danze ci pensa per l’appunto Beretta, il quale, dopo essere stato servito da Ortolani, si sistema il pallone lontano dall’area di rigore e scarica un destro potentissimo: Vinci non ha nemmeno il tempo di metterci la mano che il pallone si è già insaccato in rete. Passano soltanto 10 minuti e i tifosi lilla possono esultare di nuovo, la sfera carambola su tre giocatori del Pont Donnaz e finisce sui piedi di Beretta, che non perdona la difesa avversaria e sigla il raddoppio. Sul finire del primo tempo però il Pont Donnaz accorcia le distanze, gli uomini di Roberto Cretaz eseguono un intelligente schema da calcio di punizione che consente a Masini di ritrovarsi da solo davanti a Russo, il quale spedisce il pallone in rete manda le squadra a riposo sul risultato di 2-1. Nel corso della ripresa gli aostani non riescono però a pareggiare i conti e tornano dunque a casa senza nemmeno un punto in tasca.

Domenica prossima il Legnano si sposterà in Liguria, direzione Imperia, con l’obiettivo di dare continuità al risultato ottenuto ieri. La corazzata lilla dovrà però vedersela con la squadra di mister Lupo, che andrà alla ricerca di una vittoria che manca da ormai quattro giornate.

Emanuele Vento

Condividi su
X