Top

C Gold, 16a giornata: Busto vince anche senza Atsur e le capoliste non fanno passi falsi

Turno particolare questo sedicesimo, visto che si è giocato a cavallo tra il 2018 e 2019, con la prima partita il 28 dicembre – in verità il 19 – e le ultime il 3 gennaio.

Detto della comoda vittoria di Nerviano nell’anticipo su Opera, le altre due di testa – Saronno e Gazzada – non hanno commesso passi falsi e hanno espugnato rispettivamente Erba e Mortara.
Busto Arsizio ha vinto, dopo un supplementare, abbastanza a sorpresa contro Cermenate, indubbiamente la squadra rivelazione del girone d’andata, ma soprattutto l’ha fatto senza Engin Atsur, dimostrandosi così non propriamente dipendente dal turco.
Roboante successo del Team ABC Cantù su Gallarate e ora Di Giuliomaria e soci sono al sesto posto in classifica, a -4 dalla terza piazza, nonché alla sesta vittoria consecutiva.
Chiude questa sedicesima giornata di C Gold la sconfitta casalinga di Valceresio contro Cislago, con il Cistellum che ora può tornare a sognare l’ottava piazza, come fatto lo scorso anno.

NERVIANO – OPERA 84-65
BUSTO ARSIZIO – CERMENATE 86-79 DTS
ERBA – SARONNO 72-83
CANTÙ – GALLARATE 84-59
VALCERESIO – CISLAGO 75-82
MORTARA – GAZZADA 67-70
RIPOSA: MILANO3

CLASSIFICA: SARONNO 26, GAZZADA 24, NERVIANO 20, CERMENATE 18, MILANO3 16, CANTÙ 16, GALLARATE 14, BUSTO ARSIZIO 14, VALCERESIO 14, MORTARA 12, CISLAGO 10, OPERA 4, ERBA 4.

Nella Eastern Conference continua la corsa a due tra Piadena e Pizzighettone, che insieme hanno perso tre partite in totale, una in mano rispetto alle inseguitrici Prevalle e Lumezzane. In questa lunghissima giornata non è però cambiato nulla là davanti perché tutte e quattro sono riuscite a vincere e perciò hanno mantenuto le medesime distanze le une dalla altre. L’unico successo da sottolineare è quello di Prevalle, visto che giocava contro una diretta concorrente per il quarto posto come Lissone.
Iseo è riuscita a non farsi violare davanti al proprio pubblico dalla Sanse Cremona tenendo il punteggio molto basso, mentre Romano ha demolito e superato in graduatoria la Pallacanestro Gardonese, tra le più grandi delusioni di questo campionato.
Per finire, la Libertas Cernusco respira un po’ di ossigeno grazie alla vittoria esterna, sul campo della Pallacanestro Milano 1958, tornando a dare un occhio speranzoso alla parte sinistra della classifica.

PALL. MILANO – CERNUSCO 75-81
SUSTINENTE – PIZZIGHETTONE 64-75
PREVALLE – LISSONE 74-69
ISEO – SANSE 66-60
ROMANO – GARDONE 79-60
PIADENA – GILBERTINA 81-63
LUMEZZANE – BLU OROBICA 88-69

CLASSIFICA: PIADENA 30, PIZZIGHETTONE 28, PREVALLE 24, LUMEZZANE 24, ISEO 20, LISSONE 18, ROMANO 18, GILBERTINA 18, GARDONE 16, CERNUSCO 12, PALL. MILANO 8, SANSE 4, SUSTINENTE 4, BLU OROBICA 0.

Condividi su
X