Top

“Il calcio è la cosa più importante delle cose meno importanti”

Come previsto, il nuovo Dpcm sembra essere una vera e propria doccia gelata per l’Italia. Nelle prossime righe la questione non sarà quella di trovare un colpevole né tantomeno delle risposte, piuttosto ci si occuperà di tutto quel mondo che si nasconde dietro a un semplice pallone che rotola su un prato verde. 

Come spiegò Arrigo Sacchi, prima allievo e poi insegnate di questo magnifico sport, non è mai sbagliato parlare di calcio, questo perché “il calcio è la cosa più importante delle cose meno importanti”. Di conseguenza, seppure in un momento storico così delicato, è troppo difficile riuscire a non pensare a ciò che per alcuni rappresenta un vero e proprio amico, mentre per altri incarna il rispettivo primo amore. 

Una delle tante conseguenze delle nuove misure previste per il contrasto e il contenimento  di questa emergenza sembra riguardare tutti quei campionati che a ottobre si erano fermati, e che probabilmente non riprenderanno più fino alla prossima stagione. È dunque lunghissima la lista di squadre che dovranno aspettare ancora per poter vedere esultare i propri tesserati dopo la realizzazione di un gol, ed è altrettanto disteso l’elenco di società che probabilmente non riusciranno a rialzarsi dopo questo periodo di difficoltà. 

Nonostante tutto questo, in tanti, anzi tantissimi, non vedono l’ora di tornare a correre su quel maledetto rettangolo verde, ma adesso è ancora il momento di stringere forte i denti e portare pazienza. Quindi, caro Calcio, in questo periodo di estrema confusione l’unica certezza che abbiamo è che ci manchi davvero un sacco, ma come ti abbiamo aspettato nei mesi precedenti, continueremo a farlo anche in futuro, con la speranza di poterti rincontrare al più presto. 

Emanuele Vento 

Condividi su
X