Top

Carobbio: “bisogna capire che gli obiettivi nel corso di una stagione possono anche cambiare”

Quando mancano ormai sempre meno minuti al termine di questo campionato, una squadra ancora in corsa per conquistare un pass per i play off è senza dubbio il Brusaporto, formazione capace di conquistare ben 9 punti nelle ultime quattro partite. Seppure con una gara in meno infatti, i gialloblù occupano attualmente il settimo posto in classifica con soltanto quattro lunghezze di distacco rispetto al Crema. Abbiamo dunque raggiunto telefonicamente Filippo Carobbio, allenatore del Brusaporto, per sentire il suo punto di vista in merito a questo girone B.

Il mister ha innanzitutto fatto un punto della situazione per quanto riguarda quello che è stato fatto dai propri ragazzi finora: “Sono senza dubbio soddisfatto, l’obiettivo iniziale del Brusaporto era quello di conquistare la salvezza e posso dire che, con tutti li scongiuri del caso, a sei giornate dalla fine abbiamo raggiunto questo traguardo. Ai ragazzi però sto dicendo che è necessario fare quello scatto mentale per essere più ambiziosi e intraprendenti: bisogna capire che gli obiettivi nel corso di una stagione possono anche cambiare, la salvezza è stata raggiunta e ora si può spostare l’attenzione su qualcos’altro. I play off non sono un qualcosa di utopistico, credo che se una cosa la vuoi veramente, dopo riesci anche a ottenerla, mancano sei giornate alla fine e dobbiamo crederci, sarebbe un importante passo in avanti che ci farebbe crescere anche in ottica futura. Si tratta di un campionato veramente strano, credo però che se raggiungi i 53/54 punti puoi centrare l’obiettivo play off. Quando sono stato chiamato a Brusaporto, mi sono fatto subito un’idea dei giocatori in rosa. In molti ci vedevano come una di quelle squadre che avrebbero dovuto lottare fino all’ultimo per potersi salvare, con il passare del tempo però mi sono accorto che il gruppo poteva fare qualcosa di importante. Se abbiamo raggiunto questa posizione è soprattutto merito dei ragazzi, il ruolo dell’allenatore conta ma solo fino a un certo punto“. Filippo Carubbio ha poi espresso un suo parere in merito a queste ultime giornate di campionato: “Nessuno dovrà regalare niente a nessuno, ovviamente gli stimoli sono diversi, ma anche nelle ultime partite ognuno deve porsi un obiettivo. Neanche il Fanfulla, che magari tra 2/3 partite sarà sicuro del secondo posto, dovrà accontentarsi. La mentalità secondo cui le partite di fine stagione non contano più di tanto deve assolutamente cambiare. Al momento nessuno può sentirsi sicuro, anche la stessa Casatese deve ancora conquistare qualche punto prima di poter tagliare il proprio traguardo. Per noi arrivare alla penultima giornata e sfidare il Desenzano Calvina per giocarsi i play off sarebbe una cosa bellissima, ovviamente però dovremo affrontare al meglio le partite prima. Mi capita spesso di guardare il Crema e secondo me è una delle squadre che gioca il miglior calcio del nostro girone, mi piace molto anche il Breno, che sicuramente se non avesse incontrato così tanti episodi sfortunati avrebbe comunque potuto fare qualcosa in più“.

Emanuele Vento

Condividi su
X