Top

Casatese, Viganò: «Abbiamo costruito un gruppo molto valido». Nei prossimi giorni arriva Cristini dal Monza

 «È vero, abbiamo preso dei giovani, ma sono tutti top player». Fabio Viganò, direttore sportivo della Casatese Rogoredo, ci scherza su. Pur essendo una neopromossa in Serie D, la società biancorossa ha fatto un mercato importante, prelevando molti giovani con una buona esperienza in queste categorie, da aggiungere al gruppo della scorsa stagione, già piuttosto valido.

Investimenti

L’ ultimo arrivo, in ordine di tempo, sarà Giorgio Cristini, portiere 2002 della Berretti del Monza. Per ora il ragazzo sta svolgendo la preparazione con la prima squadra brianzola, appena salita in B. Nei prossimi giorni è atteso a Rogoredo, dove si aggregherà alla rosa di mister Danilo Tricarico. «Un giocatore alto 1 metro e 96, forte fisicamente e pronto per fare un campionato da protagonista». Lo presenta così Viganò, sottolineando anche gli acquisti di Samuele Sordillo e Riccardo Ippolito, terzini del 2001 provenienti rispettivamente dal Tritium e dal Caravaggio.

Per un posto da fuori quota a centrocampo se la giocheranno Roberto Sala e i due Nicolò, Morganti e Cerrina. Il primo è stato uno degli uomini chiave della scorsa annata, con 20 presenze. Le stesse partite giocate da Morganti, mezz’ ala di qualità cresciuto nel settore giovanile del Brescia e del Monza. Cerrina invece è arrivato in questa sessione di mercato dalla Castellanzese.

Publiée par USD Casatese sur Mercredi 22 juillet 2020

Bomber centenario

In avanti, poi, c’è l’ imbarazzo della scelta. «Abbiamo attaccanti duttili che possono farci cambiare modulo anche a partita in corso» spiega il ds. La stella è sicuramente Mattia Isella che dopo l’esperienza al NibbionOggiono ha scelto di tornare a Rogoredo, dove era stato nel 2012-13, chiudendo il campionato di Promozione con 5 gol. Con i lecchesi, invece, in 7 anni, ha collezionato ben 120 reti tra Eccellenza e Serie D. Il favorito per far coppia con lui dovrebbe essere Samuel Ciceri, alla prima annata tra i grandi dopo 4 apparizioni in Coppa Italia con la Pro Vercelli. Occhio però anche a Simone Pontiggia, 5 gol prima dell’interruzione del campionato e ai due giovanissimi Mitta e Villa, punte del 2003, in arrivo dalla Juniores. Una rosa molto ampia e competitiva che potrebbe far pensare anche a qualcosa di più della salvezza. Ma Viganò smorza l’entusiasmo. «Prima pensiamo a mantenere la categoria, poi, se ci sarà la possibilità, ci toglieremo qualche soddisfazione».

Domenica 7 Giugno ore 21.00 diretta Facebook e ZoomJoin Zoom…

Publiée par USD Casatese sur Samedi 6 juin 2020

Condividi su
X