Top

Castanese Eccellenza, i 3 colpi dei neroverdi per mantenere la vetta della classifica

La Castantese di Alfio Garavaglia comanda il Girone A di Eccellenza insieme alla Sestese di Roncari, ed ecco allora che per disputare una seconda parte di stagione all’altezza della prima, i neroverdi sono intervenuti sul mercato con 3 colpi importanti e di valore, pronti a dare una mano alla squadra per tentare l’impresa promozione.

Alla corte di mister Garavaglia sono approdati tre nuovi innesti, due sono giovani provenienti dalla Castellenzese, ovvero l’esterno classe 2003 Alessandro Baldazzi e il centrale di centrocampo, sempre classe 2003, Simone Manfré. Il terzo e ultimo colpo invece, è quello eclatante e rumoroso, Alberto Sorrentino, difensore che nella scorsa annata ha vinto il campionato di Eccellenza piemontese con l’RG Ticino.

Alessandro Baldazzi è cresciuto nel settore giovanile dell’Accademia Inter, uno dei migliori di tutta la Lombardia e durante la stagione 2019/20 è stato anche convocato sia nella Rappresentativa Lombarda U17 sia in quella Nazionale U17.

La stagione successiva ha poi trovato spazio e minuti nella Primavera del Novara, per poi fare il grande salto nel calcio dei grandi con l’arrivo alla Castellanzese in Serie D.

Le sue caratteristiche sono quelle di un esterno sinistro, dotato di grande gamba e di quantità, un vero e proprio motorino delle corsie laterali che potrà far correre la Castanese sempre più veloce.
Simone Manfrè è anche lui un classe 2003 ma di ruolo centrocampista. Ha cominciato nel settore giovanile del Roncalli, prima di giocare gli Allievi con le maglie di Pro Patria, Legnano e Varese.
Manfrè è poi approdato alla Castellanzese, dove ha esordito in Juniores nella stagione 2019/20, ed è stato poi ufficialmente integrato alla Prima Squadra la stagione scorsa e anche in questa prima metà.

Nonostante si tratti di un ragazzo giovanissimo, Manfrè vanta già diverse presenze in Serie D, e questo perchè si tratta di un centrocampista dotato di buona gamba e duttile, che può fare sia il centrale che la mezz’ala.

 

Infine, l’ultimo colpo e il più importante, è stato Alberto Sorrentino, difensore classe 1994 cresciuto nelle giovanili del Novara. Poi, nella stagione 2013/14 comincia a conoscere la Serie D con la maglia della Folgore Caratese, prima di passare al Gozzano, e poi a Seriate.

Sorrentino approda poi in Eccellenza lombarda nel 2015/16, vestendo la maglia lilla del Legnano prima di accasarsi a Verbano, squadra di cui diventerà simbolo e bandiera per tre stagioni consecutive.

Nel prestigioso curriculum del neo difensore neroverde c’è stata anche una parentesi all’estero, precisamente in Danimarca a Copenaghen, luogo da dove, è poi rientrato per giocare tra le fila del Busto 81.

Poi per ultima, l’esperienza con l’RG Ticino, dove Sorrentino con la maglia verdegrana ha vinto lo scorso campionato di Eccellenza piemontese dimostrando ancora una volta il suo valore.

Per quello che riguarda le sue caratteristiche, Sorrentino è un difensore molto importante per questa categoria, dotato di grande struttura fisica e molto bravo nel gioco aereo. Ha grande personalità grazie anche alla sua immesa esperienza, ed è capace di guidare la difesa nell’impostare l’azione da dietro.

 

 

Francesco Nigro

Condividi su
X