Top

Castanese Eccellenza, il punto sulla ripartenza di Garavaglia: “Giusto fermarsi ora. La mia Castanese può giocarsela con tutti”

La Castanese è sempre in vetta al girone A di Eccellenza e aspetta solo di tornare in campo per provare a portare avanti il sogno promozione. Abbiamo avuto il piacere di scambiare due parole con Alfio Garavaglia, tecnico neroverde che si è espresso sulla stagione in corso e su questo momento di stop.

Come sta vivendo questo momento di stop la squadra?

“Devo ammettere che abbiamo avuto la fortuna di avere solo 3 contagiati in gruppo, e tra l’altro li abbiamo recuperati molto presto. Detto ciò però, credo che sia stato giusto posticipare la ripresa del campionato perchè a differenza nostra molte squadre hanno avuto più positivi e sono state più sfortunate. Non mi piace l’idea di giocare contro una squadra che magari non può contare su tanti elementi importanti, ecco perchè condivido questa scelta”.

L’obiettivo della Castanese rimane quello di centrare i play-off o adesso si può finalmente pensare in grande?

“Quando vi avevo parlato qualche mese fa, avevo detto che solo il tempo ci avrebbe detto che tipo di squadra siamo. Ecco, adesso che abbiamo giocato praticamente metà stagione posso dire con fermezza che la Castanese è in grado di giocarsela con tutti. Sono convinto di questo e so che la ricetta per continuare questo tipo di stagione è il lavoro e il sacrificio. La mia squadra sta reagendo bene e sono fiducioso che in questo modo potremo mantenere la vetta”.

La società sta facendo parecchi sforzi, la favola può diventare realtà?

“Si, la società si sta dimostrando molto forte e motivata, e lo dimostra la campagna acquisti invernale. Abbiamo concesso ad alcuni nostri tesserati di andare in piazze dove magari hanno più possibilità, ma ci siamo mossi con efficacia sul mercato. Credo che la ciliegina sulla torta sia stata l’acquisto di Sorrentino, un giocatore di lusso per questa categoria e un vero e proprio leader. La società sta dimostrando di credere fortemente in quello che io e i ragazzi stiamo costruendo, non potrebbe esserci clima migliore per lavorare”.

 

Francesco Nigro

 

 

 

 

 

Condividi su
X