Top

Ciceri: “in giro qualcuno dice che non si disputeranno nemmeno i play off”

Per quanto riguarda il girone B, la squadra che senza dubbio ha sorpreso più di tutte in questa seconda parte di stagione è il Fanfulla, formazione capace di conquistare ben nove vittorie consecutive, striscia interrotta dal NibionnOggiono mercoledì scorso. Questo filotto di trionfi ha permesso al guerriero di raggiungere le zone più nobili della classifica, diventando così l’unica inseguitrice della capolista Seregno. Abbiamo dunque raggiunto telefonicamente Andrea Ciceri, mister del Fanfulla, per sentire un suo parere in merito a quanto stato fatto finora dai suoi ragazzi.

L’allenatore bianconero ha esordito analizzando l’attuale situazione di classifica di questo girone B: “Tre partite possono essere ancora significative per le sorti di questo campionato, sicuramente il primo posto è ormai un miraggio: si è trattato di un sogno che per qualche settimana ha accarezzato la nostra piazza, ma il Seregno ha sempre dimostrato di avere qualcosa in più rispetto a tutti. La matematica dice che siamo qualificati ai playoff, si tratta di un ottimo risultato che segna una gran continuità. Per il secondo anno consecutivo raggiungiamo questo traguardo e dunque non può che essere una soddisfazione. Al momento il nostro obiettivo principale è il mantenimento del secondo posto, anche se in giro qualcuno dice che non si disputeranno nemmeno i playoff. Raggiungere il secondo posto però significherebbe comunque metterci in pole position per un eventuale ripescaggio, sperando che la società possa considerare anche questa opzione: è diversi anni che facciamo bene e credo che la città di Lodi si meriti una categoria migliore“. Mister Ciceri ha poi ripercorso quello che è stato il cammino della sua squadra nel corso di questa stagione: “A inizio anno è sempre difficile poter ipotizzare quale sarà il proprio piazzamento finale. La stagione scorsa avevamo fatto molto bene, in più, in questo campionato, avevo a disposizione anche una rosa più ampia, l’obiettivo iniziale era dunque quello di raggiungere la zona play off. È stato davvero un percorso difficile, come quello di molte altre squadre, anche il nostro andamento è stato parecchio altalenante. Intorno a dicembre abbiamo attraversato un periodo molto delicato, si erano sommati tanti problemi e i punti non arrivavano. Probabilmente la sconfitta subita a Seregno ci ha fatto render conto che dovevamo pensare più alla prestazione che ai risultati, i quali sarebbero poi arrivati come conseguenza. Ora siamo sicuri dei playoff, ma la griglia si può ancora ribaltare, in tre partite può cambiare davvero tutto, dallo stato fisico a quello mentale. Il nostro prossimo avversario sarà il Crema, squadra che in questo campionato ha espresso una qualità di gioco che mi è sempre piaciuta, mister Dossena ha dimostrato di c’entrare poco con questa categoria“. Ciceri ha infine spiegato ciò che secondo lui ha fatto la differenza in questa stagione: “Tutte quelle vittorie consecutive ci hanno permesso di entrare nella storia di questa società, essere ricordati nel tempo sarà una cosa fantastica. Abbiamo incontrato tante difficoltà, ma la forza caratteriale del gruppo ci ha permesso di superare anche i momenti più complicati. L’approdo in Serie C potrebbe essere un traguardo che consentirebbe a tanti giocatori presenti in rosa di crescere ulteriormente, sto parlando dei più giovani. Da quando sono qua però è stata determinante la presenza di Brognoli, Pascali e Laribi, sinceramente di giocatori come loro in giro non ne vedo. Si tratta di figure eterne in grado di trasmettere i propri valori ai più giovani, un vero e proprio esempio per tutti. Alcuni giocatori però hanno una certa età e forse abbiamo anche raggiunto l’apice di questo percorso, è inutile però entrare in un campo di decisioni che spetteranno poi alla società, senza dubbio però ci stiamo avvicinando sempre di più alla fine di questo splendido ciclo“.

Emanuele Vento  

Condividi su
X