Top

Cisanese, l’intervista a Luca Maffioletti: “Vogliamo raggiungere la salvezza il prima possibile. A Cisano ambiente sereno”

L’attaccante della Cisanese Luca Maffioletti si è espresso sul momento della squadra e sul cambio allenatore. Il suo obiettivo personale è raggiungere la Serie D e i numeri in questa stagione dimostrano sicuramente il potenziale, dato il bottino di 12 reti in 17 presenze totali tra campionato e Coppa. Cisanese che arriva dalla sconfitta con la Juvenes Pradalunghese, mentre il prossimo weekend affronterà la Forza e Costanza. La situazione di classifica vede la squadra all’11° posto a quota 20 punti.

Domenica scorsa cosa non ha funzionato rispetto alla gara precedente?

“Rispetto alla domenica prima c’è stato un cambio di modulo, perché siamo passati dal 4-4-2 al 4-3-1-2, quindi senza esterni. Il primo tempo abbiamo incontrato molte difficoltà nel trovare il modo di uscire e nella gestione della partita in generale e abbiamo sofferto. Nella ripresa gli avversari hanno trovato il secondo gol su un tiro deviato, mentre poi cambiando assetto verso la metà del secondo tempo abbiamo ritrovato un po’ la nostra quadra e abbiamo accorciato le distanze”.

La prossima giornata affronterete la Forza e Costanza.

“Si, loro stanno facendo un campionato importante. Il loro attaccante sta facendo molto bene, siccome ha già fatto praticamente la metà dei gol. Sono un gruppo giovane, però sicuramente sarà una partita difficilissima, senza dubbio”.

Rispetto alla scorsa stagione cosa è cambiato secondo te?

“Non è cambiato molto a livello di rosa, siccome l’80% del gruppo è sempre quello. Abbiamo perso pezzi importanti come Fontana e Bonfanti, che sicuramente ci davano una grossa mano a livello di esperienza, oltre a essere giocatori importanti. Ci manca infatti quel pizzico di esperienza in più che ti fa gestire le partite in un determinato modo. Siamo una squadra giovane, ma comunque una buona squadra, dal mio punto di vista”.

Quest’anno che obiettivo vi siete posti?

“L’obiettivo è sempre quello della salvezza tranquilla, che vogliamo raggiungere il prima possibile. Tutto quello che poi viene di più è di guadagnato, soprattutto vedendo il livello delle squadre che ci sono in questo campionato”.

C’è stata qualche squadra che ti ha sorpreso in negativo?

“Sinceramente non mi aspettavo un AlbinoGandino così, anche se comunque ora si sta riprendendo, date le due vittorie nelle ultime due gare. Ha sempre fatto un campionato tranquillo e conosco molti ragazzi che giocano lì. Le partite però sono molto strane, puoi vincere con la prima e perdere con l’ultima, ogni gara è a sé, quindi le sorprese continueranno ad esserci ogni domenica”.

In questa prima parte di stagione hai collezionato 11 reti in 16 presenze, oltre alla rete nell’unica presenza in Coppa Italia.

“A livello personale non posso lamentarmi e penso di aver fatto una buona prima parte di stagione, anche meglio dello scorso anno. Mi ero prefissato un obiettivo che è quello dei 15 gol e spero di raggiungerlo al più presto e anche di superarlo”.

Quali sono i punti di forza della Cisanese?

“Qui mi trovo bene e il punto di forza è il gruppo che si è creato. La società non ci fa mancare niente ed è sempre tutto puntuale. È un ambiente sereno”.

Come avete vissuto il cambio di allenatore?

“Personalmente non benissimo, perché avevo un gran rapporto con mister Sala e nessuno se lo aspettava questo cambio. Nel calcio però sono cose che succedono, anche se noi siamo responsabili delle nostre prestazioni. Con il nuovo allenatore dobbiamo continuare a ingranare bene, interpretando al meglio le sue idee e questa sosta di un mese circa ci potrà aiutare a capire di più le sue richieste, per partire al massimo nel ritorno”.

Christian Spada

Condividi su
X