Top

Coppa Italia Eccellenza, derby all’Alcione: un gol per tempo e il Calvairate va ko

CALVAIRATE – ALCIONE 0-2

CALVAIRATE: Consiglio 6, Paloschi 6,  Bianchini 5.5 (42’st Battaini sv), Conte 6, Barazzetta 6, Torrisi 5.5 (31’st Beccaria sv), Passoni 5 (22’st Baiardo 6), Stefania 6, Licciardello 5.5, Visigalli 5 (1’st Zappettini 5.5), Rampinini 5 (1’st Ricupati 5.5).

All. Claudio Nichetti

ALCIONE: Festinese 7, Bandini 6 (45’st Guidi sv), Talamo 6.5, Moratti 6.5 (27’st Linati 6), Filadelfia 6.5, Cusaro 6, Fabozzi 6 (33’st Cicogna 6.5), Martinoia 7, Zani 7, Paron 7 (38’st Carlini sv), Tagliabue 6 (16’st Pica 6).

All. Omar Albertini

Arbitro: Marco Costa di Busto Arsizio

Marcatori: Zani (A) al 45’pt su calcio di rigore, Cicogna (A) al 45’st.

Ammoniti: Conte (C), Stefania (C).

Espulsi: Paloschi (C) al 36’st per doppia ammonizione.

MILANO – È l’Alcione ad aggiudicarsi il derby valido per la prima giornata della Coppa Italia di Eccellenza; i ragazzi di Omar Albertini, all’esordio sulla panchina degli arancioni, battono in trasferta il Calvairate per 2-0.

La partita non è avvincente nei primi minuti di gioco e l’unico sussulto per il pubblico presente è il gol annullato a Zani al 12’ su respinta corta di Consiglio su un bel sinistro di Paron dalla distanza. Bisogna aspettare la mezz’ora per le prime vere palle gol : al 29′ Zani, per questione di centimetri, non arriva a deviare il pallone del possibile vantaggio su un invitante traversone di Paron. Sul ribaltamento di fronte è Passoni ad impegnare Festinese con un diagonale di destro potente ma centrale e pochi minuti dopo il colpo di testa di Torrisi finisce di poco a lato.

Dopo aver graziato gli avversari con Paron, ottima la prova del classe 2000, che calcia fuori di poco sul pasticcio del portiere Consiglio, la gara si sblocca negli ultimissimi secondi della prima frazione: l’arbitro concede il penalty per il contatto tra Paloschi e Fabozzi; Zani dal dischetto spiazza il portiere e manda i suoi al riposo in vantaggio.

Secondo tempo

Nella ripresa Nichetti prova a mischiare le carte inserendo Zappettini e Ricupati al posto di Rampinini e di uno spento Visigalli. I suoi sono ordinati in campo, l’idea di gioco si vede ma manca la brillantezza per poter sorprendere un Alcione attento, quadrato e probabilmente più scarico nelle gambe. È solo sui calci piazzati che la Calvairate impensierisce gli avversari: Torrisi e Barazzetta seminano il panico quando portano i loro centimetri nell’area avversaria ma la mira imprecisa e una prodezza di Festinese negano loro il pareggio.

Il caldo e le fatiche della preparazione si fanno sentire e l’espulsione di Paloschi per doppia ammonizione a dieci minuti dal fischio finale mette virtualmente fine al match. Tuttavia nel finale c’è tempo per un clamoroso errore di Carlini sotto porta che calcia alle stelle da pochi passi e per il raddoppio di Cicogna che firma il gol del 2-0 di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo.  In pieno recupero invece è ancora Festinese a negare la gioia del gol alla Calvairate compiendo un altro vero e proprio miracolo in uscita su Ricupati.

Matteo Mitsiopoulos

Condividi su
X