Top

Coppa Italia Eccellenza, il Settimo rimonta l’Alcione ed espugna il Kennedy

ALCIONE – SETTIMO MILANESE 1-2

ALCIONE: Festinese 6, Bandini 6 (26’st Giugno sv), Carlone 5.5, Martinoia 6 (12’st Moratti 6), Filadelfia 6, Cusaro 5.5, Cicogna 5.5 (18’st Paron 5.5), Linati 5.5, Zani 6, Orlandi 6 (36’st Fabozzi sv), Tagliabue 6 (45’st Guidi sv).

A disposizione: Greguol, Pica, Hapau, Carlini.

Allenatore: Omar Albertini

SETTIMO : Angeleri 6, De Lucia 6.5, Spaggiari 6, De Grandi 6.5, Romano 6, De Dionigi 6.5, Laraia 7 (22’st Moretti 6), Morjan 5.5 (15’st Battaglia 6), Anelli 6.5 (43’st De Marco sv), Gentile 6.5, Pacchieni 6 (38’st Adorni sv).

A disposizione: Colombo, Comito, Turconi, Galbiati, Braga.

Allenatore: Gianluca Invernizzi

Arbitro: Airaghi Colombo di Legnano

Marcatori: Zani (A) al 5’pt, Gentile (S) al 19’pt, De Dionigi (S) al 31’pt

Ammonti: De Grandi (S), Cusaro (A), Linati (A), Battaglia (S), Paron (A).

 

MILANO – Il Settimo espugna in rimonta il Kennedy battendo nella 2ª giornata del girone 4 della Coppa Italia di Eccellenza l’Alcione per 2 a 1, raggiungendo così gli Orange in testa al gruppo.

Primo tempo

Partono meglio i padroni di casa: al 5′ Zani scappa via a De Dionigi e firma il gol del vantaggio. La squadra di mister Albertini conduce il gioco, pressa alto e mette in difficoltà gli avversari grazie all’aggressività a metà campo di Martinoia e Linati e alla costante spinta sulle fasce di Bandini e Tagliabue. Il Settimo, in difficoltà, trova un inaspettato pareggio poco dopo il quarto d’ora: pallone perso ingenuamente dall’Alcione e strappo dell’ex Laraia che serve un assist perfetto a Gentile che sotto porta, con un delizioso tocco sotto, batte Featinese.

Il Settimo guadagna campo, trova le misure e soffre meno il gioco degli avversari. È Laraia a suonare la carica per i suoi: accelerazioni, dribbling e giocate mai banali che danno fiducia ai compagni. Proprio dai piedi dell’esterno biancorosso nasce il gol del vantaggio: calcio d’angolo dalla sinistra, traiettoria perfetta per De Dionigi che stacca di testa al centro dell’area e manda al riposo il Settimo in vantaggio per 2 a 1.

Secondo tempo

Al rientro dagli spogliatoi, Cicogna trova il gol del pareggio ma l”arbitro annulla per fuorigioco. L’ intensità cala, le squadre si allungano e non mancano le occasioni da gol da entrambe le parti ma errori di mira e poca lucidità lasciano invariato il punteggio. L’unico che trova lo spiraglio giusto per andare in rete è ancora Zani ma il suo colpo vincente di testa è reso vano dall’intervento del direttore di gara che annulla nuovamente il gol.

Condividi su
X