Top

Cuscunà: “ai nostri ragazzi verrà chiesto di onorare la maglia”

Abbiamo raggiunto telefonicamente Francesco Cuscunà, direttore sportivo della Vergiatese, per sentire un suo parere in merito alla ripresa del campionato di Eccellenza. La Vergiatese sarà uno degli 11 membri del girone A, che sarà composto prevalentemente dalle squadre provenienti dalla province di Varese, Como, Lecco e Legnano.

In attesa dell’esordio contro il Pontelambrese, fischio d’inizio programmato per l’11 Aprile, Cuscunà ha fatto un punto della situazione per quanto riguarda quelli che saranno gli obiettivi della Vergiatese in questo campionato: “Abbiamo deciso di ripartire per permettere ai nostri tesserati di tornare a potersi esprimere sul campo da calcio, sono stati fatti dei sacrifici sia a livello economico sia sul piano dell’organizzazione. Ovviamente la salute si trova sempre al primo posto, ma con le giuste precauzioni abbiamo pensato che ci fossero le condizioni per poter ripartire. Una volta che si è deciso di riprendere si poteva immaginare un format del genere, personalmente l’unica cosa che non riesco a capire è come mai l’Olginatese sia nel nostro girone mentre altre società siano state spostate nel B, tuttavia si tratta di una situazione difficile e dunque non abbiamo recriminato nessuna decisione. Noi ci teniamo a fare bene, non abbiamo la pressione di vincere ma ai nostri ragazzi verrà chiesto di onorare la maglia: l’obiettivo è quello di vedere la Vergiatese giocare a testa alta su tutti i campi. Per quanto riguarda il mercato, nel periodo più buio ci sono stati tanti giocatori che hanno avuto richieste da categorie superiori e noi gli abbiamo concesso di partire, di conseguenza abbiamo dovuto rimpiazzare questi 5/6 calciatori che si sono trasferiti dalla nostra squadra, in un certo senso siamo stati obbligati a doverci muovere sul mercato. Secondo me ci sono due squadre che si contenderanno il primo posto fino all’ultima giornata: la Varesina e l’Olginatese, sono queste le due realtà che al momento vedo un pò più favorite. Tuttavia non bisogna sottovalutare anche il Milano City, si tratta infatti di una squadra che ha ambizioni molto importanti e sicuramente potrà giocarsi le sue carte. Dopo tutto questo tempo, sono certo che ogni squadra avrà voglia di fare bene, inoltre bisognerà tener conto di diversi fattori tra cui per esempio quello della fortuna“.

Emanuele Vento 

Condividi su
X