Top

Eccellenza Coppa Italia, Ardor Lazzate-Club Milano: le pagelle

Le pagelle della sfida tra Ardor Lazzate e Club Milano finita sul risultato di 1-1. La gara è valsa la terza giornata della fase a gironi di Coppa Italia del gruppo A, che si è chiuso con la vittoria a 4 punti del Club Milano, seguito dal Verbano a 3 e Ardor Lazzate in terza posizione a 1 punto.

Ardor Lazzate

  • PORRO 8: il rigore dopo 60 secondi può già chiudere il discorso qualificazione: lui ipnotizza Tota e tiene accese le speranze dei suoi. Se i giochi restano aperti fino al 94’ è tutto merito suo che mette i guantoni anche sul colpo di testa ravvicinato di Sorrenti deviandolo contro la traversa.
  • MORETTI 6,5: l’inferiorità numerica lo costringe ad una partita attenta in fase difensiva e lui risponde presente.
  • Dal 23’ st MAISANO S.V.
  • ZUCCHETTI 4: la sua partita dura appena un minuto, il tempo che impiega a perdersi Sorrenti e atterrarlo appena dentro l’area concedendo il rigore e rimediando un cartellino rosso che costringe la squadra in dieci per tutta la gara.
  • FOGAL 6,5: il metronomo della squadra, riesce a dettare i ritmi di gioco nonostante l’inferiorità numerica.
  • Dal 32’ st GALLI S.V.
  • MARIOLI 6,5: guida la difesa con personalità nella prima frazione senza rischiare praticamente nulla, nella ripresa i milanesi attaccano con più continuità ma tiene alta la guardia.
  • GUANZIROLI 6: come per il compagno di reparto dà grande solidità alla difesa, con una sola eccezione quando si fa anticipare di testa da Sorrenti che coglie una clamorosa traversa.
  • RONDINA 6,5: in 10 contro 11 il centrocampo gialloblù è costretto a correre il doppio per sopperire all’inferiorità numerica e lui non si tira certo indietro.
  • Dal 23’ st SANDRINI S.V.
  • D’ONOFRIO 7: leader tecnico e carismatico della squadra, è il primo a provare a svegliare i suoi dopo l’avvio da incubo.
  • DELLAVEDOVA 5,5: innescato un paio di volte dai compagni, ci prova sia di piede che di testa ma spara a salve.
  • Dal 29’ st ARTARIA S.V.
  • BIANCHI 7: suo il mancino chirurgico dal limite dell’area che sblocca la partita e riaccende le speranze di passare il turno dei gialloblù.
  • Dal 38’ st CORBETTA S.V.
  • CORONA 6,5: come per Rondina, un motorino inesauribile in mezzo al campo che permette alla squadra di non soffrire l’uomo in meno.
  • All. STINCONE 7: non è arrivato il passaggio del turno ma è stata evidente la reazione dopo il difficile avvio di stagione, con tre sconfitte nelle prime tre partite. Il rosso a Zucchetti stravolge subito il piano partita ma riesce a guidare ugualmente i suoi dalla panchina e va vicino all’impresa.

Club Milano

  • MONZANI 6: poco impegnato, non ha responsabilità nel gol di Bianchi che pesca l’angolino lontano.
  • CARNEVALE 6,5: sulla sua corsia i brianzoli non riescono a sfondare mentre il classe 2003 non fa mai mancare il suo apporto in fase offensiva.
  • LO MONACO 6,5: spinge con continuità e crea un paio di pericoli con le sue sgroppate, ma sul gol di Bianchi non è esente da colpe opponendosi con poca energia all’uno contro uno dell’avversario.
  • PRINCIPI 5,5: abbassato nel ruolo di regista, fatica a dettare i ritmi della squadra e nella ripresa è costretto a ricorrere al cartellino giallo per fermare una pericolosa ripartenza. Ci si aspettava di più essendo uno dei giocatori con più esperienza nell’undici titolare.
  • DI MAGGIO 6: impensierisce Porro con un destro potente dai 40 metri e non concede praticamente nulla agli attaccanti avversari.
  • Dal 23’ st PANZANI S.V.
  • DIOUCK 6,5: guida con ordine la difesa biancorossa confermando di essere in crescita.
  • ARIOLI 6: ottima la sponda che innesca Sorrenti in occasione del rigore, poi non riesce più a lasciare il segno ed è il primo ad essere richiamato in panchina da Scavo.
  • Dal 16’ st LOCATI 6.5 Entra col piglio giusto e nel finale trova il secondo gol consecutivo con un bel colpo di testa da centravanti di razza.
  • CUOCO 7: mette al servizio della squadra la sua corsa e fisicità, prova anche ad andare al tiro tante volte ma senza grande fortuna.
  • SORRENTI 7.5 Gli bastano 60 secondi per incidere sul match: prende il tempo a Zucchetti e gli sguscia via conquistando il rigore e costringendo gli avversari in 10 per tutta la partita. A inizio ripresa sovrasta Guanziroli a centro area colpendo una clamorosa traversa.
  • Dal 28’ st PELLE S.V.
  • MINELLI 6,5: prima da titolare per il classe 2005 che ci mette un po’ a carburare, poi nella ripresa trova un gran guizzo ma è sfortunato cogliendo il palo con una grande girata che sorprende Porro.
  • Dal 23’ st PRIORI S.V.
  • TOTA 5: dopo un minuto si presenta sul dischetto ma si fa ipnotizzare da Porro, sbagliando il rigore che avrebbe potuto mettere subito in discesa la partita per la sua squadra. Non va meglio sull’altro lato del campo facendosi saltare troppo facilmente da Bianchi che segna l’1-0.
  • Dal 32’ st SARONNI S.V.
  • All. SCAVO 6,5: conquista il passaggio del turno nonostante un ampio turnover ottenendo risposte alterne dai suoi ragazzi. Nel primo tempo non riesce a sfruttare l’immediata superiorità numerica, molto meglio nella ripresa con la squadra che colpisce due legni prima di trovare il pareggio nel recupero.
  • Migliore in campo: PORRO (Ardor Lazzate)
  • Peggiore in campo: ZUCCHETTI (Ardor Lazzate)
Condividi su
X