Top

Eccellenza | Pavia, segnali di risveglio?

È iniziato in modo incoraggiante il 2020 del Pavia. Dopo le tormentate vacanze natalizie caratterizzate dal cambio in panchina, la rivoluzione della rosa e le dimissioni del ds Puleo, gli Azzurri hanno finalmente ritrovato la vittoria in campionato che riaccende la speranza di un piazzamento utile per i playoff.

I tre punti mancavano infatti dallo scorso 10 Novembre quando grazie alle reti di De Sagastizabal e di Lizzio il team pavese batteva l’Alcione. Dopo quella vittoria, il club pavese aveva collezionato lo scarno bottino di due punti in cinque gare; un periodo negativo conclusosi con la bruciante sconfitta contro la Vogherese nel derby e l’esonero di Giuliano Melosi sostituito dal rientrante Daniele Di Blasio.

SEGNALI DI RIPRESA MA C’È LA GRANA OTTONELLO – Il Pavia è guarito? No, questo è troppo presto per dirlo ma a Sesto Calende si sono visti segnali incoraggianti. Di Blasio non ha stravolto l’assetto tattico della squadra ma ha dovuto fare i conti con una rosa nuova, diversa da quella che aveva allenato ad inizio stagione: Maestroni è tornato titolare tra i pali e Romano, visti gli addii di Samina e Lazzari, ha formato la coppia centrale con Piscopo in attesa del ritorno di Chiavaro, fermo per squalifica.

In attacco, il ritorno di De Stradis, tra i migliori nella prima parte di stagione, è una della buone notizie. Bahirov e Favari erano all’esordio ma hanno fatto vedere giocate e atteggiamento giusto per provare ad incidere. I giovani Ndou e Patera, sicuramente più in palla il primo contro la Sestese, possono essere utili ad una rosa in “sofferenza under” praticamente da inizio stagione.

Non solo buone notizie però: la prima “grana” del nuovo anno è stato l’infortunio di Ottonello: se domenica l’avvicendamento con Bilello, finalmente tornato il giocatore di inizio stagione, è stato fondamentale visto che il centrocampista siciliano ha trovato il gol vittoria, il lungo stop a cui probabilmente andrà incontro il regista di Imperia preoccupa e non poco.  Per questo motivo sembra che il Direttore Ettore Menicucci sia già al lavoro per alcuni rinforzi sul mercato.

Nelle ultime ore si è fatta strada l’ipotesi di poter ingaggiare Gioele Evangelisti. Il centrocampista classe ’92, attualmente in forza all’Alfonsine nell’Eccellenza Emiliana potrebbe essere un profilo adatto a sostituire Ottonello e a garantire quell’apporto sul piano dell’esperienza che all’undici pavese è spesso mancato.  Inoltre si valuta un ulteriore intervento per il reparto offensivo: l’indentikit, vista l’abbondanza di esterni, sembrerebbe essere quello di una prima punta pura da utilizzare in alternanza con il giovane Favari.

Matteo Mitsiopoulos

Condividi su
X