Top

Promozione | Gavirate continuità anche nelle feste, la sfida alla Besnatese è già veritiera

Abbiamo fatto due passi per le strade di Gavirate, con un sole pallido che riscalda il paese. Già ripartito nelle sue consuete attività, con la quotidianità che con prepotenza è già tornata dopo un periodo di feste che sembra già un ricordo lontano. Ma a Gavirate si sente un’aria frizzante per noi che sappiamo respirare calcio. E così è inevitabile immergerci nel mondo rossoblu che vive un momento super e che rincorre quell’Eccellenza tanto voluta, pianificata e per quale la cittadina varesotta si sente pronta.

 

Continuità… anche nel periodo natalizio

Proprio per questo la squadra di Caon ha staccato la spina solo cinque giorni dal 22, data dell’ultimo vincente recupero in casa dell’Uboldese, al 28, giorno in cui si sono riuniti nuovamente i ranghi. Coi primi allenamenti per smaltire i giorni di festa e poi con una mini preparazione dal 2 al 5 Gennaio di questo nuovo anno per ritrovare subito brillantezza e forza per l’inizio del girone di ritorno. Eh si, perché domenica si rimette la palla al centro e si riparte, e non con una sfida banale.
Una partita di quelle che può orientare una stagione, in casa della Besnatese, che rincorre al secondo posto, staccata di 8 punti. I rossoblu affronteranno la gara con consapevolezza, sicurezza dei propri mezzi e soprattutto grande entusiasmo, quello di un gruppo compatto che ha trovato nel mercato invernale anche i gol di un nuovo attaccante che ci ha messo 5 minuti a timbrare il primo cartellino e che ha continuato anche nelle partite successive: Gianluca Maraschio, autore proprio del gol decisivo nel recupero di Uboldo che ha chiuso il 2019, è infatti uno dei simboli che rappresenta la forza di questa squadra, perché arriva, si inserisce in un meccanismo costruito, rodato e perfetto, e fa subito la differenza.

 

Caon, la gestione e la strada ancora lunga

Caon è un abile gestore di uomini e di campo, sa che il percorso è lungo e che non ci si può permettere di cullarsi sugli allori. Per questo la tensione resta alta, come la voglia di ripartire e continuare ad essere dominanti e a proporre calcio come tante volte i suoi ragazzi hanno dimostrato quest’anno. Sembra lontano quell’8 Settembre in cui nella prima giornata i rossoblu conquistavano la prima vittoria della stagione grazie ai guizzi di Tartaglione e Bertani, quando la Besnatese era ancora in rodaggio e ci mise un po’ prima di trovare la quadra e la continuità giusta. Ora gli scenari sembrano far presagire a uno scontro che vale più dei canonici tre punti, e che assolutamente sarà da non perdere.

Roberto Bulgheroni

Condividi su
X