Top

Legnano Serie D, Confalonieri: “Felice di aver scelto Legnano. L’obiettivo è tornare tra i professionisti”

Il centrocampista classe 2001 dell’AC Legnano ci ha raccontato della sua prima stagione con la maglia lilla. Un calciatore giovane ma con alle spalle due stagioni in Serie D. L’anno scorso ha collezionato 21 presenze in campionato e 1 in Coppa Italia Serie D con il Gozzano. Quest’anno
ben 36 presenze su 37 gare stagionali e 4 reti segnate. Edoardo si è espresso anche sul suo passato giovanile che lo lega alle maglie dell’Inter e del Renate e sull’esordio tra i professionisti in Coppa Italia contro l’Avellino ai tempi del Renate.

4 reti stagionali fino a oggi, qual è il gol più importante che hai fatto?

“Probabilmente quello di domenica scorsa contro il Villa Valle, sono riuscito a sbloccare il risultato in una partita molto equilibrata. Anche il gol dell’1-0 contro la Folgore Caratese è stato importante, giocavamo contro una squadra molto in forma, ma anche noi eravamo in un ottimo momento. Segnare in uno scontro diretto è sempre bello”.

Cosa ti aspetti dalle ultime due gare? Affronterete Caravaggio e Real Calepina.

“Cercheremo di fare bene già domenica contro il Caravaggio, giochiamo in casa anche se non al nostro stadio.
Loro lottano per salvarsi e non sarà di certo una gara semplice. La speranza è quella di fare 6 punti nelle ultime due partite per qualificarci come secondi ai playoff. In quel modo potremo giocare in casa e avere a disposizione 2 risultati su tre”.

Cosa significa per te rappresentare una squadra come il Legnano?

“Rappresentare Legnano è un orgoglio. Ogni partita i nostri tifosi ci supportano sia in casa che nelle trasferte più lontane e ci danno una grandissima spinta. Dopo aver affrontato la stagione passata con il Gozzano, ho ricevuto la proposta del Legnano ed è stato impossibile rifiutare. Da fuori conoscevo bene il contesto e che fosse una società seria. Sono davvero contento della scelta che ho fatto “.

Il ricordo più bello del tuo passato nel settore giovanile?

“Ne ho molti. Sicuramente la final eight del campionato Berretti con l’Inter. Ma anche i playoff di campionato con il Renate rappresentano un momento che ricordo con piacere, oltre alla vittoria in un torneo per 4-0 contro l’Inter quando ero a Renate, partita nella quale ho segnato due gol”.

Ci racconti dell’esordio tra i professionisti in Coppa Italia contro l’Avellino con la maglia del Renate?

“È un’emozione fortissima perché è quello che aspetti da quando inizi a giocare a calcio. Era molto tempo che mi allenavo con la prima squadra e non vedevo l’ora di quel momento. Avevo un po di ansia, ma il mister mi aveva già preparato e mi aveva detto che c’era questa possibilità se la partita si fosse messa bene. Stavamo vincendo 2-0 e mi ha chiamato per entrare. Ho realizzato il mio sogno”.

Quali sono le tue ambizioni per il futuro?

“La mia ambizione è quella di tornare presto tra i professionisti. È il sogno che tutti noi giovani di questo campionato abbiamo e per il quale lavoriamo ogni giorno”.

Condividi su
X