Top

Legnano Serie D, Quaggio si racconta: “Secondo posto grande traguardo. Qui a Legnano il momento più bello della mia carriera”

Il Legnano ha chiuso il suo campionato al secondo posto nel girone B di Serie D. I lilla dopo un avvio di campionato claudicante, sono riusciti a raddrizzare il tiro e a tornare in pista, grazie anche ad un grande innesto arrivato nella finestra di mercato invernale: Alessio Quaggio. Adesso, Quaggio e compagni si preparano alla semifinale playoff contro la Folgore Caratese, una partita da non sbagliare.

Prima di tutto, come ti stai trovando a Legnano?

“A Legnano mi sono trovato benissimo, come già detto più volte ho trovato un gruppo incredibile che mi ha accolto veramente bene e non mi ha mai fatto mancare nulla. Non è mai semplice quando cambi a stagione in corso, sono stato fortunato”.

A livello personale ti reputi soddisfatto del tuo rendimento e dei tuoi 7 gol?

“Diciamo di sì, posso dire di essere abbastanza soddisfatto del mio rendimento. Ovviamente però c’è ancora tanto da lavorare e c’è sempre da migliorare qualcosa, lo so bene e continuerò a farlo”.

Pensavi fosse possibile essere così incisivo nonostante il cambio di categoria?

“Diciamo che lo speravo. Mi sono messo in gioco in una categoria molto importante e che avevo fatto qualche anno fa. Appena è arrivata la chiamata mi sono detto: perchè no? Proviamoci. Alla fine c’è sempre solo una cosa che conta, dare il massimo e non mollare mai”.

Le sensazioni per il secondo posto?

“Sono sensazioni assolutamente incredibili, abbiamo fatto veramente un campionato importante e siamo stati ripagati dei nostri sforzi con questa seconda posizione. Siamo tutti contenti e felici, ma anche carichi per affrontare i playoff e vincerli. Quello è il nostro obiettivi, siamo in gioco e ce la giochiamo”.

L’importanza di questi playoff? E come si affronta una partita così decisiva?

“Sicuramente per noi stessi e per dimostrarci che siamo una squadra forte e strutturata. Poi le ipotesi di ripescaggio o altro si valuteranno a tempo debito e con i giusti risultati, non ci interessa adesso. Per quanto riguarda la partita abbiamo 2 risultati utili, dobbiamo cercare di giocare come abbiamo sempre fatto mettendo in difficoltà tutte le squadre del nostro girone. Poi è una partita secca quindi non è mai facile, può succedere veramente di tutto”.

Il momento più bello della tua carriera fin qui?

“Onestamente credo che il momento più bello sia proprio il periodo che sto trascorrendo qui a Legnano, un grandissimo club e una squadra che compete per obiettivi importantissimi. Poi a livello di gioia ed emozioni sicuramente la doppietta nel derby contro l’Arconatese che ci ha permesso di vincere, e in cui il secondo gol è arrivato al 90esimo spaccato”.

Hai un idolo? Un giocatore a cui ti ispiri?

“Il mio idolo è IBRA, potenza fisica, forza, tecnica, tutte queste qualità messe insieme e mai viste in nessun calciatore. Una delle prime punte migliori al mondo, senza dubbio”.

 

Francesco Nigro

PH: Giovanni Muroni

Condividi su
X