Top

Leon, l’intervista al bomber e capitano Mattia Bonseri: “In corsa in entrambe le competizioni. L’anno scorso ci è mancata esperienza”

L’attaccante della Leon Mattia Bonseri ha già già segnato 27 gol in questa stagione. Un numero importantissimo considerando che non è ancora stata raggiunta la sosta invernale. 19 le reti in campionato, 8 invece quelle in Coppa Italia, dove la Leon sfiderà giovedì 8 dicembre la Vergiatese per l’andata delle semifinali della competizione. In campionato la squadra di Vimercate ha avuto una partenza un po’ a rilento, mentre ora è riuscita a risalire e a portarsi in zona play off al 5° posto, a -12 però dal 1° posto occupato dalla Tritium. La passata stagione in Serie D Bonseri e i suoi compagni di squadra hanno cercato la salvezza fino all’ultimo, senza però riuscire nell’obiettivo di mantenere la categoria. Per questo il sogno è quello di tornarci al più presto.

Mettendo in parte la partita di domenica scorsa, pensi che la squadra abbia trovato una continuità importante nell’ultimo periodo?

“Si, assolutamente. Purtroppo domenica è andata male perché abbiamo giocato un tempo e mezzo con un uomo in meno, quindi è stato difficile. Però la stagione in effetti si è raddrizzata, ma non è ancora abbastanza, nel senso che dobbiamo continuare così”.

Come state preparando il mese di dicembre tra campionato e Coppa Italia?

“Stiamo preparando il mese che arriverà nel migliore dei modi, consapevoli di essere ancora in corsa in entrambe le competizioni. Abbiamo obiettivi molto alti sia per il campionato sia per la Coppa Italia e non vediamo l’ora di provare a raggiungerli. Vogliamo finire al meglio l’anno, ovvero qualificarci alla finale di Coppa e guadagnare più posizioni possibili in campionato, per poi fare un grande girone di ritorno nel 2023”.

Tornando alla passata stagione, cosa è mancato per cercare di raggiungere la salvezza?

“Il girone B è storicamente un girone molto complicato e personalmente credo che l’anno scorso ci sia mancata un po’ di esperienza. Abbiamo affrontato squadre che ne avevamo molta in più di noi, con tanti anni di Serie D alle spalle e quindi penso che abbiamo pagato questo soprattutto. La stagione in realtà era partita anche bene, ma nel girone di ritorno tutti sappiamo che le cose cambiano totalmente e poi alla fine ci è mancato poco per fare quantomeno i play out. Io credo che appunto il motivo principale sia quello. Quest’anno vogliamo provarci in tutti i modi per risalire in un campionato molto importante come quello che è la Serie D. La nostra società è molto ambiziosa e abbiamo una struttura importante, a maggior ragione vogliamo tornarci. Poi però a parlare è il campo e dipende da noi ragazzi che scendiamo in campo. L’ambiente qui è super positivo e la società fa di tutto per farci rendere al 100%”.

Domenica c’è la Forza e Costanza, come la state preparando?

“Domenica è una partita importante per noi, affrontiamo una squadra davanti a noi in classifica e che sta facendo benissimo. Loro stanno andando alla grande e quindi noi dobbiamo fare di tutto per vincerla e poi penseremo a giovedì 8, quando affronteremo la Vergiatese in Coppa Italia. Dobbiamo fare bene queste due gare e le altre due che ci mancano da qui a Natale e chiudere al meglio l’anno”.

Queste le parole sul prossimo avversario in Coppa Italia:

“Secondo me arrivati a questo punto tutto è possibile. Se una squadra arriva in semifinale non è un caso e vuol dire che sei stato bravo. Ho visto che in campionato non è in una posizione di classifica ottimale, però dai video delle loro gare ho notato che sono una buonissima squadra e sono molto pericolosi. Dobbiamo fare grande attenzione”.

Christian Spada

Condividi su
X