Top

Pallanuoto, il Nuoto Club Milano rinuncia all’A1: ripartirà dalla serie A2

Il Nuoto Club Milano annuncia con un comunicato l’impossibilità di iscriversi al campionato di serie A1 per la prossima stagione. La società di Walter Vucenovich ha deciso dunque di ripartire dall‘A2. Dopo Rapallo, è la seconda squadra a rinunciare alla massima serie.

Il Consiglio Direttivo della Società NC Milano comunica suo malgrado, che visto il perdurare delle condizioni di incertezza presenti e future relative al post Covid 19 in Lombardia che gravano oltremodo sulla gestione degli impianti sportivi, ha deciso di rinunciare ad iscriversi al Campionato di pallanuoto femminile di Serie A1 per l’anno agonistico 2020/2021. – ha comunicato la società – Purtroppo le condizioni economiche in cui versano le Aziende che fino ad oggi ci hanno sostenuto, non consentono di programmare la stagione con le adeguate coperture finanziarie necessarie ad assicurare il regolare svolgimento dell’attività agonistica pallanuotistica di alto livello; abbiamo preferito quindi mettere al corrente tutte le nostre atlete, da tempo, della situazione che abbiamo provato sino all’ultimo a sostenere”.

Potrebbero dunque essere otto le squadre che disputeranno il prossimo campionato della massima serie femminile, oppure, se la FIN lo riterrà opportuno, si potrebbe pensare di ripescare ben due formazioni dall’A2.

Resta da capire in che modo e dove vireranno le atlete della rosa. Tra queste spiccano i nomi di Roberta Bianconi, di ritorno dal collegiale con il Setterosa, Carla Carrega, anche lei nel giro della nazionale, Arianna Gragnolati e Jelena Vukovic, atleta in forza alla Serbia.

Condividi su
X