Top

Prima Categoria A – Cas Sacconago: mirino puntato sulla prima piazza

È un Cas Sacconago che non molla un colpo e che ha decisamente intrapreso la strada giusta: 35 punti raccolti e terzo posto condiviso con il Gorla Maggiore. La Vanzaghellese è a solo un punto di distanza, mentre la vetta, detenuta dalla Folgore, è lontana solo 2 lunghezze. Tre anni con lo stesso allenatore seduto in panchina, ovvero Luciano Cau…non è una sorpresa e nessuno lo ha mai tenuto nascosto: la squadra sinaghina punta in alto.

Dopo la vittoria con l’Antoniana, giovedì il recupero con il Tre Valli

Domenica i bustocchi si sono imposti con un secco 3-0 nel derby con la vicina di casa Antoniana. Il tecnico dei biancoblu racconta: «Il nostro campo è molto difficile, non è stata una partita bella, parlando di gioco. Abbiamo tenuto bene nel primo tempo, durante il quale abbiamo costruito tanto. Ci sono state comunque tante cose che mi sono piaciute, mentre altre vanno migliorate; come ormai è noto non mi accontento mai», conclude scherzosamente l’allenatore.

Il prossimo impegno vedrà il Cas Sacconago affrontare l’Union Tre Valli, nella gara valida per la 18° giornata che si giocherà a Busto Arsizio giovedì 14 febbraio alle 20.30: «Sono una squadra che, soprattutto con Borella, può portarsi in vantaggio e successivamente chiuderesi in difesa; sarà una partita sicuramente tirata. Ho la fortuna di avere di nuovo a disposizione Cavaleri e Panarese, l’obiettivo è portare a casa i tre punti».

Scontri diretti: parte del campionato passa da lì

Tre scontri diretti a partire dalla prossima domenica per i Cau boys: Vanzaghellese, Gorla Maggiore e Folgore Legnano; con le prime due le gare erano terminate pari e con un punto per parte, mentre con la capolista Folgore, i bustocchi si erano imposti per 2-1, grazie alla rete di Agrello e all’autogol del legnanese Ciocia: «Con la Folgore e con la Vanzaghellese ce la possiamo giocare, – continua Luciano Cau – anche se Izzo quando prende palla fa sempre paura…mi spaventa un po’ di più il Gorla perché è sempre una bestia nera».

Luciano Cau: “Ho una rosa competiva, spero possa essere l’anno del Cas”

In conclusione mister Cau parla delle papabili candidate al titolo: «Non mi nascondo, spero per la società e per i tifosi che quest’anno possa essere il Cas la vincitrice del campionato; sono consapevole di avere una squadra competitiva, con cambi competitivi, insomma una rosa completa…Poi mi ripeto, il Gorla non si trova sempre nella zona alta della classifica a caso, tanto meno la Vanzaghellese. Credo che le prime sei siano quelle che disputeranno anche i playoff, non so dire quale però fra queste compagini rimarrà fuori. Come si dice in gergo, solo il campo decreterà il tutto».

Condividi su
X