Top
Daniele Schiavano

Promozione B | Daniele Schiavano talento cristallino agli ordini di Abaterusso

In Promozione B a dieci giornate dalla fine tutto è ancora in gioco. Le ultime settimane hanno mostrato qualche segno di cedimento nella capolista Speranza Agrate che ora si trova con una sola lunghezza di distanza di vantaggio sui bersaglieri del Luciano Manara, trascinato da un Daniele Schiavano che ora ci crede!

Manara da ricorsa, dopo la Speranza la scintilla!

Eppure quasi un girone fa era difficile pensare ad un Luciano Manara così in alto. Di certo, però, la squadra di Claudio Abaterusso aveva bisogno di temp visto i tanti innesti portati in estate. Secondo il dieci, non a caso, della squadra lecchese c’è stato una partita, un momento di svolta che ha iniziato ad alimentare le ambizioni di titolo della squadra biancazzurra: «Sicuramente – afferma Schiavano – per noi la vittoria contro la Speranza è stata la scintilla. Se non ricordo male noi arrivammo a quella partita con nove punti di ritardo da loro. In caso di sconfitta saremmo andati a meno 12, un divario praticamente incolmabile. Poi però riuscimmo a vincere e, con solo sei punti di ritorno cominciò un nuovo campionato». Già, mai parole più giuste quelle dette dall’ex Barzago. Da quella gara la formazione di Abaterusso acquisi una consapevolezza diversa, una compattezza diversa ed ha iniziato una lunga ricorsa che ora è quasi giunta nelle sue battute conclusive. «Domenica – continua Schiavano – sarà una giornata molto indicativa. Noi andremo a Concorezzo, mentre davanti ci sono tanti scontri al vertice che potrebbero modificare ancora le zone alte».

Conti-Schiavano, un matrimonio perfetto

Reduce da due grandi stagioni a Barzago, in estate anche Daniele ha deciso – assieme allo staff, prima, e a molti componenti della formazione gialloblù – di sposare il progetto Luciano Manara. Un progetto disegnato attorno al duo Abaterusso-Colombo, pilastri della grande crescita e dell’affermazione del Barzago. «Con il mister – dice l’attaccante biancazzurra – c’è un grande rapporto. Se devo essere sincero io prima del mio arrivo a Barzago non lo conoscevo, ma poi lì è subito scattata la scintilla. Oltre ad essere molto preparato, è anche molto bravo nella gestione dei gruppo. Dopo gli allenamenti ci fermiamo spesso a parlare, così del più e del meno non per forza di calcio. E questi sono sempre dei momenti molto utili che non fanno altro che rafforzare la forza del gruppo». Ma il binomio Schiavano-Abaterusso, negli ultimi anni è sempre stato un qualcosa di solido. Ma in campo il talento ex Fenegro, ha un altro “partner”. In questi suoi anni di Promozione B, è difficile inquadrare Schiavano come giocatore a sé. Lui è sempre accostato al suo grande partner, Daniele Conti. Infatti il duo Conti-Schiavano negli anni di Barzago è stato un qualcosa di determinate per i risultati dei gialloblù, e ora a Barzanò la situazione non è cambiata, tutt’altro. Se vogliamo però addentrarci di più, l’unica cosa che pare essere cambiate è la prospettiva, visto che questa coppia del gol sta trascinando il Manara verso la vittoria del campionato. «Con Daniele (Conti) – continua Schiavano – mi trovo molto bene. In campo oramai giochiamo a memoria, ci conosciamo bene e io so come dargli il pallone lui sa che zona di campo vado ad aggredire. Però il nostro rapporto va anche oltre al calcio: lui è un ragazzo molto gentile e intelligente con cui ho instaurato un ottimo rapporto. E di questo sono contento«. In questa stagione però, la coppia Conti-Schiavano pare abbia un “figlio”, ovvero quel Mattia Bovis che tanto bene sta facendo in questo campionato andando a comporre uno dei tridenti offensivi potenzialmente più validi della categoria: «Com’è capitato anche per me e Daniele all’inizio, anche con Mattia nei primi mesi c’è stata qualche difficoltà nel conoscersi in campo. Però devo dire che in lui ho visto un ragazzo molto forte ed intelligente, e di conseguenza l’affiatamento è cresciuto subito. Fino ad ora è vero non ha segnato tantissimo, però ha delle doti davvero impressionanti. L’ultimo gol che ha fatto domenica contro il Lissone lo ha confermato in pieno».

«Ora viene la parte più complicata»

Ora però è anche giunto il momento di analizzare e cercare di capire dove e come questo Manara può arrivare. In questo periodo ci si gioca tanto. «Ora viene la parte più complicata», ha commentato Schiavano aggiungendo «Ci sono da ora in avanti in palio ogni domenica punti pesanti. Per la corsa al titolo io vedo, oltre alla Speranza che non è là davanti per caso, come potenziali avversarie fino alla fine il Castello Cantù che è davvero molto temibile, ma anche l’ACD Brianza che, oltre al blasone, ha dimostrato di essere una squadra solida e sempre tosta in grado di poter giocarsela a viso aperto con chiunque». Però si sa, quando si arriva a questo punto a giocarsi tutto gli avversari, sì contano, ma se non si parte da dei punti di riferimento inossidabili è difficile arrivare in fondo. Secondo Schiavano, però, questo Manara ha tutte le carte in regola per giocarsi le sue chance fino alla fine: «Io personalmente credo che possiamo lottare per qualcosa di importante. Logicamente, vedendo ad oggi la classifica, dico che i playoff mi sembrano un po’ il minimo… Noi di certo abbiamo una grande fase difensiva che è stata fino ad ora il nostro punto di forza. Nell’ultimo periodo, però, ci siamo concentrati un po’ di più sui meccanismi offensivi: vero che stiamo subendo qualche gol in più rispetto a prima, ma anche la nostra produzione offensiva è migliorata. Ma oltre a tutte le questioni tecniche, io vedo un gruppo unito e coeso che rema tutto dalla stessa parte. Ovviamente vincere non è mai facile, però noi non ci arrendiamo!».

VA

Condividi su
X