Top

Il nuovo protocollo Covid per i dilettanti: tutte le modifiche

La Figc ha pubblicato il nuovo protocollo anti Covid-19 per i dilettanti, dopo le modifiche chieste dalla LND. Tra le principali novità c’è l’introduzione di un test settimanale obbligatorio entro le 48/72 ore antecedenti la disputa della gara per tutto il gruppo squadra. La raccolta del campione biologico deve essere effettuata da personale medico o paramedico. L’analisi e i referti saranno a carico di una struttura sanitaria accreditata e la responsabilità della raccolta e dei controlli sarà affidata al medico sociale.

Prossimi passi

Il costo e l’assortimento dei test sarà a carico delle società e non dovrà «minimamente impattare sulla disponibilità del reagentario da dedicarsi in maniera assoluta ai bisogni sanitari del Paese». La commissione medica scientifica della Federazione ha aperto alla possibilità di sostenere test antigenici, oltre ai classici tamponi. In caso di positività gli asintomatici possono rientrare dopo un periodo di isolamento di almeno 10 giorni ed essere risultati negativi agli esami. I sintomatici, invece, sono considerati guariti dopo una quarantena di almeno 10 giorni dalla comparsa dei sintomi e un test negativo fatto dopo tre giorni senza sintomi. Ora alla Lega non resta che decidere sul vero elefante nella stanza, ovvero il numero massimo di contagiati per cui un club può chiedere il rinvio.

Aggiornamento ore 19:40

Il file con il protocollo, inizialmente tolto dalla home page, ma non dal sito, ora è completamente scomparso. Non ci sono state smentite ufficiali da parte della LND, ma il Dipartimento Interregionale, indicando tale il testo solo come bozza e ha posticipato la ripartenza del calendario per il 13 dicembre, lasciando per domenica gli ultimi recuperi.

Condividi su
X