Top

I recuperi della Serie D lombarda: il Crema si prende la vetta, altra caduta per il Varese

Tante soprese in questa ultima domenica di recuperi nella Serie D lombarda. Il risultato meno atteso arriva da Ponte San Pietro, dove i padroni di casa, ultimi in classifica, battono la capolista Seregno. Della sconfitta dei brianzoli approfitta così il Crema, che vince nel finale sul difficile campo del Caravaggio e si prende il primo posto nel girone B. Buona anche la gara del Legnano che espugna Lavagna nonostante non giocasse da più di un mese.

Rimpianti neroverdi

Deve interrogarsi sulla gestione della partita la Castellanzese. I neroverdi di Achille Mazzoleni cadono in casa contro il Casale, andando due volte in vantaggio nel primo tempo, con il gran tiro da fuori di Chessa al 28′ e il colpo di testa di Corti al 40′. I varesotti, però, si fanno prima raggiungere da M’Hamsi  e da Poesio, su rigore, e poi superare dai piemontesi che trovano il 3-2 finale con Coccolo. I bianconeri centrano così il primo successo in campionato e abbandonano il fondo della classifica. Giornata storta anche per il Città di Varese. I ragazzi di Sassarini offrono un prova sottotono e il Vado ne approfitta chiudendo la partita in sei minuti. Al 28′ Gulli fa partire un cross perfetto per Valenti che schiaccia di testa e infila Lassi. Al 34′ i liguri trovano il raddoppio con Ammirati, bravo ad anticipare tutti e deviare una punizione dalla trequarti di Sampietro. I tentativi dei biancorossi nel secondo tempo sono vani, la squadra di Tarabotto controlla bene il match e porta via tre punti fondamentali per uscire dalla zona salvezza.

Legnano davanti alla Lavagna

Pomeriggio felice, invece, per il Legnano. I lilla vincono e convincono in trasferta contro la Lavagnese, arrivando a quota nove punti e avvicinandosi alla zona play-off. La doppietta di Gasparri e la rete di Cocuzza risolvono la pratica già nel primo tempo. Ai liguri solo la soddisfazione dei gol di Alluci e Buongiorno. Pareggio per 0-0 per l’altra varesina in campo oggi, la Caronnese, bloccata in casa dall’Imperia. Basta infine un gol di Draghetti al Derthona per avere la meglio del Fossano e raggiungere il terzo posto, a due sole lunghezze dalla coppia di testa BraPont Donnaz.

Sorpasso

La promozione passa anche per vittorie così. È quello che deve aver pensato anche l’allenatore del Crema, Andrea Dossena, dopo il 3-2 sofferto a Caravaggio. La gara si sblocca al 10’ con il calcio di rigore battuto da Lamesta: esecuzione perfetta e 1-0 bergamasco. Mezz’ora dopo Mandelli intercetta un pallone davanti all’area avversaria e serve subito Bardelloni che la butta dentro con un diagonale impeccabile. In apertura di ripresa i padroni di casa tornano davanti, ancora su rigore, questa volta di Basanisi. I cremaschi non ci stanno e trovano il pareggio al 70′Mandelli gira di testa verso la porta e sul pallone vagante si inserisce sempre Bardelloni, che la spinge in rete. La grande giornata del bomber bianconero si conclude a tre minuti dalla fine. L’attaccante entra in area e con un destro precisissimo batte Dominici, regalando alla sua squadra il primo posto solitario. Il Seregno, infatti, incappa in una brutta sconfitta, lasciando tre punti importanti nella bergamasca. Il Ponte San Pietro passa al 29‘ con il gran sinistro a giro di Ibe. Il pareggio nerazzurro porta la firma di Ricciardo, abile nel girare in rete di testa un traversone di Alessandro. Nel finale, però, i blues offrono la prima gioia al nuovo allenatore Curioni, oggi al debutto in panchina. Capelli, da distanza ravvicinata, ribadisce in gol dopo una respinta corta della difesa.

Condividi su
X