Top

Sant’Angelo show! Poker all’Accademia Pavese

ACCADEMIA PAVESE – SANT’ANGELO 1 – 4

ACC. PAVESE : Migliari 6, Salcone 5.5, Morici 5 (19’st Airoldi 5.5), Brugni 5.5, Eugenio 5 (12’st Petrillo 5.5), Mazzocca 5.5, Serafini 5 ( 12’st Landi 5.5), Maione 5.5 (27’st Bonelli 6), Catta 5, Catania 6, Oviahon 5 (5’st Mori 5.5).

A disposizione: Todesco, Balesini, Cornaghi, Cobucci.

All: Balestra Andrea

SANT’ANGELO: Alborghetti 6, Marioli 7.5, Alpoli 7 (32’st Radaelli sv), Lazzaro 7.5, De Angeli 6.5 (23’st Scietti 6), Ortolan 6.5,  Vaglio 7.5 (35’st Gomez sv), Cicciù 7.5, Bertani 7, Speziale 6.5 (18’st Galli 6), Panigada 6.5 (28’st Cristofoli sv).

A disposizione: Minerva, Terzoni, Raimondi, Vitaloni.

All: Domenicali Manuele

ARBITRO: Daniel Chindamo di Como

MARCATORI: 20′ pt Bertani (S), 11′ st Panigada (S), 14′ st Vaglio (S), 23′ st Cicciù (S), 41′ st Bonelli (A)

AMMONITI: Salcone (A), Marioli (S), Oviahon (A), Brugni (A), Scietti (S)

SANT’ALESSIO CON VIALONE (PV) – Dominio assoluto del Sant’Angelo che conquista la seconda vittoria consecutiva in campionato e si lancia alla rincorsa delle prime posizioni della classifica.

La squadra di Domenicali, sostituito dal vice Improta in panchina, mette subito le cose in chiaro dalle prime battute di gioco: pressing aggressivo e verticalizzazioni veloci ad innescare gli attaccanti. Dopo un paio di clamorose occasioni sprecate da Panigada, l’equilibrio si rompe al 20′ quando Bertani è  il più lesto ad arrivare su un pallone vagante in area e a fulminare Migliari con un sinistro potente. L’Accademia, priva di Tambussi, Maggi e Di Gennaro, è in balia degli avversari e fatica a reagire: è il solo Catania sul finire del primo tempo con un paio di iniziative personali a creare qualche problema alla retroguardia rossonera.

Il secondo tempo è un monologo della formazione lodigiana: Panigada all’11 ribadisce in porta di testa la respinta di Migliari sul bolide di Cicciù. Vaglio sigla il tris al termine di una bella azione corale appena tre minuti dopo e Cicciù cala il poker con un’azione in fotocopia al 23′. Il Sant’Angelo gestisce la gara senza particolari affanni e si distrae solo nel finale quando Bonelli mette a segno il gol della bandiera con un bel sinistro dal limite.

 

Condividi su
X