Top

Scaramuzza show, l’Alcione sconfigge il Sant’Angelo e si prende la vetta del girone B

È terminato con una vittoria in favore degli Orange il big match disputato ieri sera al centro sportivo “Kennedy” tra Alcione e Sant’Angelo. La capolista si presenta a Milano con l’intento di conquistare un trionfo che escluderebbe dalla corsa al titolo sia l’Alcione di mister Albertini sia il Pavia, la missione rossonera però fallisce e la squadra di mister Domenicali scivola così al secondo posto con due punti di distacco rispetto agli Orange. Questa vittoria permette dunque ai milanesi di ritrovarsi completamente da soli in testa alla classifica di questo girone B con soltanto una partita da disputare prima del termine del campionato, ovvero il recupero con il Pavia.

Nei primi minuti di gioco i ritmi sono frenetici e le squadre si rendono entrambe pericolose da subito, a sbloccare la gara ci pensa però Lacchini, il cui tiro finisce sotto l’incrocio dei pali, Alborghetti questa volta non può arrivarci ed è 1-0 per l’Alcione. Bisogna aspettare soltanto altri sei minuti per assistere al secondo gol di giornata, l’indecisione di Ruzzoni, estremo difensore dell’Alcione, permette a Panigada di ritrovarsi completamente solo davanti alla porta, il numero 11 appoggia facilmente il pallone in rete e regala il pareggio ai rossoneri. Le squadre continuano a creare diverse occasioni pericolose, ma il direttore di gara fischia la fine del primo tempo, si va negli spogliatoi sul risultato di 1-1. Come già successo nei primi 45 minuti di gioco, nella ripresa i padroni di casa partono forte e dopo 18 minuti trovano la rete del vantaggio con Scaramuzza, giocatore che ci prende gusto e sei minuti dopo segna anche il secondo. A venti minuti dalla fine il Sant’Angelo si ritrova così a dover recuperare due gol, mister Domenicali prova a invertire la rotta inserendo diversi giocatori dalla panchina, ma la sostanza non cambia: l’Alcione gestisce il doppio vantaggio e conquista tre punti preziosissimi.

Da segnalare un finale di partita alquanto vivace, gli animi si erano già scaldati dopo l’ingresso in campo di Cristofoli, giocatore che aveva anche subito un cartellino giallo. Dopo il triplice fischio le due squadre vengono a contatto prima di entrare negli spogliatoi, ma la situazione sembra essere sotto controllo, il Sant’Angelo raggiunge la propria zona di competenza, mentre nello spogliatoio dell’Alcione può finalmente iniziare la festa.

Emanuele Vento 

Condividi su
X