Top

Serie D | Ciliverghe: Cogliandro al posto di Carobbio

Ciliverghe cambia: esonerato Filippo Carobbio, al suo posto Vincenzo Cogliandro. Il club bresciano, ultimo nel girone D di Serie D con una partita da recuperare, ha ufficializzato l’avvicendamento in panchina oggi, dopo l’ultima sconfitta maturata contro il Fiorenzuola, 2-1. Di seguito il comunicato di benvenuto al nuovo allenatore e quello di congedo al precedente tecnico.

Ciliverghe, il ds Zucchi: “La squadra ora deve responsabilizzarsi”

Il Ciliverghe Calcio comunica di aver affidato l’incarico di allenatore della prima squadra a Vincenzo Cogliandro con accordo fino al 30 giugno 2020. Il nuovo tecnico prenderà la conduzione della prima squadra dalla giornata odierna ed avrà come vice allenatore Marco Rapuzzi, confermati il preparatore atletico Mauro Citi, il preparatore dei portieri Angelo Cuni ed il responsabile recupero infortunati Andrea Maestrello.
L’ultimo incarico del tecnico Cogliandro è stato alla Castellana in Promozione la passata stagione. “Il calcio vive di risultati – dichiara il direttore sportivo Pierluigi Zucchi – dispiace moltissimo aver preso questa decisione umanamente e professionalmente per Filippo Carobbio, ma con il direttore dell’area tecnica Giuseppe D’Innocenzi ed il direttore generale Paolo Marchesini siamo convinti sia stato il passo giusto da compiere. La squadra adesso deve responsabilizzarsi ulteriormente in vista delle ultime tredici, quattordici se verrà confermato che dovremo rigiocare contro il Crema, partita da disputare. Cogliandro conosce la categoria ed è la persona giusta a cui affidare la conduzione tecnica della squadra”.“Ho sempre visto Ciliverghe da esterno e mi ha sempre affascinato come ambiente e strutture – le prime parole del tecnico Vincenzo Cogliandro – la categoria va mantenuta assolutamente per far si che tutto ciò che è stato fatto vada disperso. Succedo ad un allenatore competente e che ha dato un’identità alla squadra, non sono mai situazione spiacevoli, ma da adesso dobbiamo resettare tutto e ripartire, ci sono quarantadue punti in palio, tutto è possibile e quando sono venuto a vedere le partite del Ciliverghe ho sempre visto una squadra di valore e con idee, ora però bisogna fare punti, perché siamo ultimi e nel calcio quelli contano”.

Il saluto a Carobbio

Condividi su
X