Top

Serie D: definito lo spazio per i recuperi e il regolamento dei play off

Nella giornata odierna, la Lega Nazionale Dilettanti ha pubblicato sul proprio sito importanti novità in merito a due tematiche molto discusse nel corso di questa stagione. Se da un lato è stata fatta chiarezza sul discorso legato ai recuperi delle tante partite che non si sono potute disputare, dall’altro è stato reso noto quello che sarà il regolamento dei play off della Serie D.

Per quanto riguarda i recuperi, è stato organizzato secondo un nuovo schema il calendario di quasi tutti i gironi: “La Serie D dal 25 aprile al 2 maggio si prende una pausa per recuperare le partite ancora da disputare di otto dei nove gironi. Il girone B prosegue secondo calendario già stabilito in precedenza. Riguardo i gironi A, C, D, E, F e G vengono sospese le giornate di calendario programmate per il 25 aprile e 2 maggio (la 12^ e 13^ di ritorno per i gironi A e C e l’11^ e 12^ di ritorno per i gironi D, E, F e G). Per i gironi H ed I è sospesa la giornata del 25 aprile (11^ di ritorno). Vengono quindi rimodulati i calendari dei gironi A, C, D, E, F, G, H, ed I con turni di gara a partire dalla 12^ giornata di ritorno per i gironi A e C e dall’11^ di ritorno per i gironi D, E, F, G, H e I. Dal 2 maggio ripartono i Gironi H e I, dal 5 quelli A e C, dal 9 tutti gli altri“.

In merito invece al discorso del regolamento play off, per la sesta stagione consecutiva sono previsti due turni: “Partecipano alla prima fase (semifinali di girone) le società classificatesi al 2°, 3°, 4° e 5° posto in ognuno dei 9 gironi del campionato di serie D. Le quattro squadre interessate si affronteranno in gara unica e la squadra di casa sarà quella con il miglior piazzamento quindi 2^ contro 5^ e 3^ contro 4^. La posizione migliore avrà valore, per il passaggio del turno, anche in caso di pareggio al termine del match e di equilibrio anche al termine dei tempi supplementari“, terminata la prima fase, sarà soltanto una la partita che deciderà quale formazione potrà coronare il sogno Serie C: “Le vincenti si incontreranno a loro volta, sempre in gara unica, con la squadra di casa individuata dal miglior piazzamento ottenuto in campionato. Anche in questo turno, in caso di parità al termine dei tempi regolamentari, si procederà con i tempi supplementari. Se il pareggio persiste supera il turno sempre la squadra con il miglior piazzamento ottenuto al termine della stagione“.

(fonte: LND)

Emanuele Vento 

Condividi su
X