Top

Serie D, Franciacorta-Villa Valle: le pagelle

Le pagelle di Franciacorta-Villa Valle 0-2.

Sporting Franciacorta

ROVELLI 6: i tiri dentro lo specchio su cui deve intervenire sono pochi.

MORASCHI 6: gioca gran parte della partita da ammonito, ma si comporta bene nelle due fasi.

BINI 5,5: partita dominata nel gioco aereo, sporca la propria pagella con lo scivolone che regala il goal del 2-0 a Maritato.

PICCINNI 6,5: puntuale in chiusura quando serve. Rende difficile la vita agli attaccanti avversari.

RUFFINI 6,5: spinge con grande costanza sulla fascia vincendo il duello diretto con Melseaux. Nei cross alterna cose buone ad altre meno.

SCAGLIA 6: detta i tempi a centrocampo con grande consapevolezza, ma perde un paio di palloni di troppo.

BOSCHETTI 6,5: presente e concreto nelle due fasi, impegna anche Rota dalla distanza su punizione.

BRUSCINI 5,5: alla squadra mancano i suoi inserimenti e lo conferma Sgrò in conferenza.

MARELLA 5,5: qualche guizzo interessante ma non riesce mai a mettere la palla giusta agli attaccanti.

CAPPELLUZZO 5: spesso avulso dal gioco. Lotta come può ma viene assorbito dalla difesa avversaria. PEGGIORE IN CAMPO

BERTAZZOLI 5: come il compagno, fatica oltremodo a rendersi pericoloso. Prova a venire incontro ai compagni abbassandosi ma il risultato non cambia.

MOZZANICA 5,5: entra per dare creatività nell’ultimo terzo di campo, ma evidentemente non è ancora al meglio dopo l’infortunio.

ALL. SGRÒ 5,5: la squadra fatica tantissimo a creare occasioni da goal pulite e spesso si rifugia nei lanci lunghi per provare a sorprendere la difesa, senza successo.

Villa Valle

ROTA 6: ordinaria amministrazione e poco più.

FATTORI 6: il meno appariscente dei tre difensori di Mangone, ma anche il più ordinato.

PARIS 6,5: poderoso nel gioco aereo, impedisce a Cappelluzzo di fare sponde e di rendersi pericoloso. Si concede anche qualche uscita palla al piede.

LLESHAJ 7: accompagna l’azione in maniera molto moderna, assiste i compagni con frequenti cross e va anche due volte al tiro. Non manca nemmeno l’agonismo in fase difensiva.

MELSEAUX 5,5: Perde il duello diretto con Ruffini, che gli scappa più volte. Impreciso più volte in palleggio.

DANESI 6: gioca un ottimo primo tempo e riesce a fare bene le due fasi. Cala però alla lunga e smette di spingersi in avanti.

GUIDELLI 6,5: sapiente nella gestione del pallone a centrocampo. La sua capacità di far transitare velocemente il pallone da un lato all’altro del campo manda in tilt la fase difensiva avversaria.

MARTINI 7: quantità abbinata a qualità e intelligenza. È fondamentale la sua presenza quando si spinge in avanti e infatti propizia il goal dell’1-0. Calcia due volte verso la porta ma non trova un goal che avrebbe impreziosito ulteriormente la sua prova.

SECK 6,5: sfiora due volte con il mancino il goal del raddoppio e riesce anche a creare spesso la superiorità numerica a centrocampo con le sue conduzioni.

MARITATO 7,5: risolve una partita e un periodo complicati segnando un goal per tempo. In entrambi risalta la scaltrezza dell’attaccante navigato. Nel mezzo diversi appoggi di qualità e tanta lotta. MIGLIORE IN CAMPO

CASTELLI 6: più in ombra rispetto al compagno, si spende e arretra spesso il suo raggio d’azione per favorire il gioco. Non riesce però a incidere.

SANSEVERINO 6: subentra e con la sua qualità riesce a dettare i tempi e a far riposare la squadra con il pallone tra i piedi.

MANGONE 6,5: vince la battaglia tattica sfruttando l’ampiezza e aprendo la difesa avversaria con frequenti cambi campo. La vittoria è tutto sommato meritata.

Condividi su
X