Top

Serie D, girone A: Quando la difesa non c’è, gli attacchi ballano

Analizzando le statistiche dei gironi di serie D delle passate stagioni, sembra essere evidente come gli attacchi abbiano fatto vendere i biglietti, ma le difese abbiano fatto vincere le partite, se non addirittura i campionati. Questa tendenza sembra non essere per nulla scomparsa anche per quanto riguarda l’andamento della stagione in corso. Entrando più nel dettaglio, classifiche alla mano, è possibile riscontrare questo fenomeno soprattutto all’interno del girone A.
Tralasciando tutto il discorso legato al caos delle tante partite da recuperare, attualmente la vetta della classifica è condivisa da Bra, miglior difesa del campionato, e Gozzano, attacco più prolifico del girone e terza squadra ad aver subito meno reti di tutti. Come se non bastasse, a confermare la tesi secondo cui se concedi poco, guadagni tanto, ci hanno pensato Castellanzese e Arconatese. Per quanto riguarda i ragazzi di mister Mazzoleni, nonostante soltanto il Gozzano sia stato in grado di segnare più reti di loro, la classifica li vede arrancare all’ottavo posto, con un totale di venti gol subiti, soltanto il Fossano è riuscito a fare peggio. Tuttavia, la situazione più paradossale sembra essere quella dell’Arconatese, che, quarta nella classifica dei gol fatti, si trova incredibilmente in zona play-out, posizionamento senza dubbio condizionato dalle troppe marcature concesse.
Specialmente nel caso della società oroblù, rivedere gli schemi difensivi potrebbe giovare incredibilmente proprio dal punto di vista del piazzamento. Chissà che le due vittorie consecutive ottenute dalla formazione di mister Livieri non siano soltanto il presagio di un’inimmaginabile cavalcata in direzione play-off.
Emanuele Vento
Condividi su
X