Top

Serie D, il girone B al microscopio

Come prevedibile, la Lega Nazionale Dilettanti ha inserito quasi unicamente squadre lombarde all’interno del girone B, l’unica eccezione infatti è quella del Sona, società veneta. Rispetto agli altri gironi, non c’è una grande favorita per la vittoria finale, sono infatti diverse le società che in questa sessione estiva di calciomercato si sono mosse con l’obiettivo di costruire una rosa che potrà lottare fino all’ultimo per la conquista del primo posto. Tre formazioni che molto probabilmente occuperanno la parte alta della classifica sono quelle guidate da Mazzoleni, Florindo e Bellinzaghi, sarebbe infatti difficile aspettarsi un altro tipo di campionato da parte di Casatese, Desenzano Calvina e Crema visti gli organici di cui potranno disporre i rispettivi allenatori.

Ai nastri di partenza si presenterà anche un’altra squadra intenzionata a vivere un’annata da protagonista, si tratta del nascente Sangiuliano City, in questi mesi Luce e Battaglino hanno infatti costruito una vera e propria macchina da guerra. Sarà invece difficile per la Castellanzese riuscire a ripetere quanto di buono è stato fatto nel corso della passata stagione, la rosa neroverde è stata praticamente stravolta e inoltre la squadra di mister Ardito ha dovuto fare i conti con più di qualche imprevisto in questo precampionato. Bisognerà prestare particolare attenzione alle mine vaganti di questo girone B, Legnano e Folgore Caratese sono infatti pronte a sorprendere. Se da un lato il club lilla ha deciso di confermare la propria fiducia nei confronti di mister Sgrò, il quale vanta una media punti straordinaria da quando si trova alla guida del Legnano, dall’altro, la Folgore ha portato a Carate Brianza diversi giocatori che in questa categoria si sono già tolti qualche soddisfazione. Sarà inoltre importante non farsi ingannare dalla classifica finale dell’ultimo campionato, Sporting Franciacorta, Virtus CiseranoBergamo, VillaValle, Arconatese e Ponte San Pietro sono infatti intervenute sul mercato con l’intento di migliorare il più possibile l’ultimo piazzamento ottenuto. Due squadre che invece hanno già dimostrato di poter mettere in difficoltà chiunque sono il Breno e il Brusaporto, entrambe nel corso della passata stagione hanno dato del filo da torcere anche alle prime della lista.

Le neopromosse Brianza Olginatese e Leon avranno il compito di mantenere la categoria appena conquistata, mentre Caravaggio e Vis Nova dovranno invece mettere in campo lo stesso atteggiamento avuto nella passata stagione, solo così la salvezza potrà essere conquistata. L’obiettivo di Sona e Real Calepina sarà invece quello di rimanere lontane dalla zona rossa della classifica, per i veneti sarà però difficile riuscire a trovare da subito la strada giusta dal momento che si tratta di un gruppo particolarmente giovane composto da giocatori di nazionalità diverse, a questi livelli la lingua potrebbe rivelarsi un ostacolo.

Emanuele Vento

 

Condividi su
X