Top

Serie D, girone B: se il guerriero è bianconero, contro lui si segna meno

Manca ormai pochissimo al fischio d’inizio di questa dodicesima giornata del girone B. Nel corso di questo pomeriggio, uno dei tanti match da seguire con attenzione è senza dubbio NibionnOggiono contro Fanfulla. Da una parte la squadra di mister Commisso, vera e propria sorpresa di questo campionato, nonché reduce dall’inattesa vittoria esterna contro il Seregno, dall’altra i guerrieri bianconeri, che non riescono a trovare la via dei tre punti da ormai più di due settimane.

Nei giorni precedenti, una delle preoccupazioni principali dei rossoblu sarà stata sicuramente quella di trovare un modo per scardinare la retroguardia degli avversari di oggi. Infatti, nonostante attualmente si trovino al nono posto in classifica, i guerrieri del Fanfulla possono vantare la miglior difesa del campionato, soltanto otto reti subite nelle prime undici giornate. Il match di oggi sarà stato preparato nei minimi dettagli da parte di Commisso e il suo staff, questo perché, oltre alle splendide prestazioni collezionate dal reparto difensivo bianconero, non bisogna dimenticarsi che, prima di Seregno, il NibionnOggiono aveva incontrato non poche difficoltà nel trovare la via della porta, realizzando solo nove reti nelle prime dieci partite, cinque di queste portavano il nome di Cargiolli, ormai ex attaccante rossoblu.

Trattandosi di un vero e proprio scontro diretto, le due squadre distano infatti solo due lunghezze una dall’altra nella classifica generale, non ci si può che aspettare un match spettacolare. Al “De Coubertin” andrà in scena un incontro interessantissimo dal punto di vista tattico, le squadre dovranno alternare fasi di gioco molto inteste a fasi di studio delle mosse avversarie. Partendo da questi presupposti, i due allenatori di oggi, rispettivamente Commisso per i padroni di casa e Ciceri per gli ospiti, avranno un ruolo di primaria importanza nella decisione delle sorti di questo incontro.

Emanuele Vento

Condividi su
X