Top

Serie D | Marzeglia! Poker Tritium, Castellanzese in rosso

TRITIUM-CASTELLANZESE 4-2

RETI: 33’ Colombo (C), 42’ Marzeglia (T), 46’ Colombo (C), 22’ st Marzeglia (T), 35’ st Marzeglia (T), 48’ st Campanella (T)

TRITIUM (4-3-3): Acerbis 6; Caferri 6, Bertaglio 6, Adobati 5.5, Russo 5.5 (1’ st Sordillo 6.5); Romano 6 (1’ st Campanella 7), Marinoni 6.5, Aldè 6.5 (40’ st Di Bella ng); Personè 7, Marzeglia 8 (40’ st Cascino ng), Guerrini 7 (33’ st Gabellini ng). A disp.: Rota, Della Volpe, Vitali, Castelli. All.: Sgrò 7.

CASTELLANZESE (4-3-1-2): Alio 5.5; Mandracchia ng (18’ Banfi 5.5), Alushaj 6, Rudi R. 5.5, Ghilardi 5.5; Perego 6, Esposito 6.5, Mauri 6.5; Chessa 5.5 (33’ st Bigioni ng); Gibellini ng (18’ Bonanni 5), Colombo 7.5 (20’ st Mara 5.5). A disp.: Colnaghi, Rudi D., Florindo, Pedergnana, Selle. All.: Mazzoleni 6.

Espulsi: 10’ st Bonanni (C), 38’ st Mazzoleni (all. C).

TREZZO SULL’ADDA – Di tutto, di più. Infine un pesantissimo poker per una Tritium che non vuole smettere di stupire e stupirsi: -1 dai playoff e tripletta all’esordio per l’ex Seregno Marzeglia. La Castellanzese, invece, mastica amaro per essere diplomatici: costretta in fretta al doppio cambio, due volte in vantaggio, in 10 sul 2-1 per il doppio giallo (dubbio? Evitabile) di Bonanni, raggiunta e superata sul 3-2 con un gol contestato da Mazzoleni (fallo di mano ad inizio azione, rosso per il tecnico). Di fatto la salvezza resta a -3, 7 gol subiti in 2 partite. Avvio equilibrato: Sgrò schiera un tridente particolare con Personè largo e (troppo) lontano da Marzeglia, per poi ripensarci e passare prima al 4-3-1-2, poi all’azzeccatissimo 4-4-2. Mazzoleni piazza invece Chessa tra le linee, poco servito e in ombra. Gol a spezzare tutto: Mauri sfonda e travolge Trezzo anche con la rasoiata al centro sulla quale piomba Colombo. Vantaggio che dura poco e cancella la crescita neroverde nel palleggio: Personè fa da torre e beffa la fase difensiva castellanzese, Marzeglia timbra in maniera rocambolesca rendendo vano il tentativo di rimediare di Alio. Altro episodio sulla girata da fuori, e fulminea, di Colombo: tocco di Romano a rendere la traiettoria imprendibile per Acerbis. 2-2 gettato alle ortiche da Marzeglia. Ma la ripresa dirà ben altro. 4-4-2 Trezzo, si diceva. E la Tritium prende metri decisivi in corsia, pur steccando inizialmente nei traversoni. Ghilardi salva su Marzeglia, Alio su Guerrini, mentre Personè arriva con un nonnulla di ritardo. Svolta in arrivo. Eccola: Bonanni spalla a spalla con Personè, contatto e rosso. Empasse e poi 5-3-1 neroverde (Chessa mezz’ala, Perego quinto). Non regge: cross di Campanella rimesso in mezzo da Personè, Marzeglia c’è. Qui come poco dopo, quando Castellanza protesta per un mani che dà il la all’azione sul contrasto Mauri-Sordillo. Si prosegue e Marzeglia incorna di prepotenza. Tris e poker con i neroverdi tutti in avanti su in corner: ripartenza fulminante di Cascino e Campanella chiude i conti. Dolci per Trezzo, da punti di domanda per Castellanza.

Luca Mignani

Condividi su
X