Top

Serie D: respinto il reclamo della Correggese

Lo scorso 30 ottobre si è giocata Prato-Correggese, con la vittoria dei padroni di casa per 2-0, grazie alle reti di Nicoli e Addiego Mobilio. In seguito alla gara, la Correggese ha presentato ricorso in quanto una delle due porte era risultata più alta rispetto al regolamento. Il Giudice Sportivo ha però deciso di omologare il risultato dopo aver letto il reclamo della Correggese, le controdeduzioni del Prato e il rapporto dell’arbitro.

La decisione del Giudice Sportivo

“Il Giudice Sportivo, – letto il reclamo fatto pervenire a seguito di tempestivo preannuncio dalla S.S.D. CORREGGESE CALCIO 1948 ARL, con il quale si chiede la non omologazione e conseguente ripetizione della gara in epigrafe, per avere il sodalizio presentato al direttore di gara, prima dell’inizio gara, specifica riserva scritta in merito all’altezza delle porte e che l’arbitro avrebbe autorizzato l’inizio della gara senza “indicare quando e come è stata effettuata la richiesta operazione”, peraltro “tralasciando la fondamentale misurazione della porta sinistra, espressamente richiesta”.; – lette le controdeduzioni depositate dalla A.C. PRATO, con cui si chiede il rigetto del reclamo, in quanto “infondato in fatto e in diritto”; – rilevato come dall’analisi della richiesta scritta la ricorrente ha richiesto la misurazione della sola “porta destra”; – rilevato come il direttore di gara, su richiesta di codesto Giudice sportivo, inoltrava supplemento di rapporto nel quale si afferma inequivocamente che: a) il controllo è avvenuto dapprima alle 13.30 e, in seguito ai lavori di sistemazione, alle 14.15 sempre alla presenza del “capitano (Simoncelli Daniele), dirigente accompagnatore (Munari Andrea) e presidente della Correggese Marani Gabriele (coloro che hanno firmato la riserva scritta); b) al secondo controllo delle 14.15 “la porta misurava 2,44 metri, rientrando quindi nei limiti regolamentari”. P.Q.M. Delibera: 1) di respingere il reclamo; 2) di convalidare il risultato della gara conclusasi con il punteggio di 2-0 in favore dell’A.C.PRATO 3) di addebitare la tassa di reclamo sul conto della S.S.D. CORREGGESE CALCIO 1948 ARL.

Il comunicato della Correggese

“Nella giornata di oggi è stato discusso il riscorso presentato dalla Correggese in seguito alla trasferta di Prato in cui una delle due porte era risultati più alta rispetto al regolamento e, dopo formale richiesta di controllo dei biancorossi e conseguente accertamento del problema da parte del direttore di gara, lo stesso aveva poi dato il via alla gara senza effettuare il controllo alla presenza delle due società.

Il Giudice Sportivo, dopo aver letto il reclamo della società biancorossa, le controdeduzioni depositate dall’AC Prato e il rapporto fornito dal direttore di gara ha deciso di respingere il reclamo della Correggese e omologare il risultato della partita, terminata sul punteggio di 2 a 0 in favore dei toscani”.

Il comunicato del Prato

“Il Giudice Sportivo ha rigettato in data odierna il reclamo fatto pervenire dalla S.S.D. Correggese Calcio 1948 ARL, che chiedeva la non omologazione del 2-0 maturato in campo in occasione della partita giocata il 30 ottobre contro i biancazzurri e la conseguente ripetizione della gara, adducendo che l’altezza delle porte non sarebbe stata regolare.

A seguito dell’analisi del rapporto del Direttore di gara (Petrov di Roma) e del successivo supplemento richiesto dall’organo Giudicante, nonché delle controdeduzioni inviate dalla nostra Società, è stata confermata la vittoria sul campo dei biancazzurri”.

Christian Spada

Condividi su
X