Top

Serie D, tutti scontenti a Carate. Folgore e Virtus Ciserano si dividono la posta

(foto Facebook – Virtus CiseranoBergamo)

Careccia risponde a Fognini. Finisce 1-1 il match del XXV, entrambe falliscono il rilancio in classifica

CARATE BRIANZA (MB) – Era il match delle opportunità che nessuno però ha saputo cogliere. Botta e risposta tra le due ritardatarie Folgore Caratese e Virtus Ciserano che vedono ancora da lontano la zona calda. Al guizzo di Fognini che illude i padroni di casa risponde il piattone di Careccia che rimette tutto a posto… fino a un certo punto. Decollo in classifica rimandato al turno infrasettimanale.

Incerottate e rimaneggiate, Caratese e Ciserano la giocano con i due 4-3-3 a specchio. Che nel primo tempo riflette molte iniziative biancoblù, spesso innescate dalle iniziative di un mobilissimo Kouda e un indomito Kone. Entrambi si adoperano per sbloccarla, ma l’ultimo passaggio è troppo approssimativo. Nella ripresa si spegnerà la luce sia per l’88 che per il 7. Gli uomini di Commisso sprecano. E rischiano di masticare amaro sul palo colpito dal Ciserano che mette i brividi a Olivieri.

Ci vuole l’intervallo e un cambio di spartito per variare l’andamento al XXV aprile: dopo quattro minuti Cocuzza diventa assist-man e propone in area un destro tagliente che Fognini sporca verso la porta. Esultano i brianzoli, illusi di poterla portare fino alla fine per quella che sarebbe potuta essere la terze vittoria interna in campionato. Ma è troppo presto e gli ospiti, pur orfani di bomber Bardelloni, trovano in Aranotu la soluzione per non dare punti di riferimento al limite dell’area. E’ proprio il 9 a sgusciare via sulla destra alla mezz’ora del secondo tempo, seminare gli gli avversari e mettere dentro il destro per il colpo da biliardo di Careccia. Forte e centrale, Olivieri questa volta è battuto. E rischia di esserlo anche sul calcio di punizione di Selvatico che disegna una parabola tanto avvolgente quanto velenosa, sfiorando il palo. Stesso discorso per Troiano che prova a dare una sterzata emotiva al finale della Caratese, ma strozza troppo il diagonale che finisce sul fondo. Un recupero corposo non basta a scardinare il pari su cui si infrangono i sogni di rilancio di Folgore Caratese e Ciserano.

FOLGORE CARATESE 1-1 VIRTUS CISERANOBERGAMO (0-0)

Marcatori: st: 4′ Fognini (F), 30′ Careccia (V)

Folgore Caratese (4-3-3): Olivieri, Alabiso, Nossa (28′ st Kamal), Romano (33′ st Lo Faso), Kone (18′ st Troiano), Ciko, Cocuzza (28′ st Kaziewicz), Di Stefano (43′ st Del Grosso), Fognini, Esposito, Kouda. A disposizione: Dieci, Caiazza, Cani, Derosa. All: Commisso.

Virtus CiseranoBergamo (4-3-3): Colleoni Mauro, Tonoli, Gerevini (39′ st Pozzoni), Selvatico, Del Carro, Nessi, Careccia, Madonna, Aranotu, Russo, Ambrosini (42′ st Belloli). A disposizione: Colleoni Matteo, Moioli, Monti, Muchetti, Zaid, Confalonieri, Cortinovis. All: Del Prato.

Arbitro: Arcidiacono di Acireale (Ameglio – Cimmarusti)

Ammoniti: Esposito (F), Nossa (F), Cocuzza (F), Fognini (F), Careccia (V), Belloli (V)

 

Alessio Colombo

 

Condividi su
X