Top

Solbiatese, Dennis Scapinello parla della vittoria: “Il gruppo ha fatto la differenza. Futuro? Resto qui, c’è un bel progetto”

La Solbiatese ha dominato il girone A di Promozione conquistandosi una meritata Eccellenza. Parlano i numeri per la Solbiatese, che ha chiuso al primo posto nel girone con 76 punti, 14 in più della seconda, miglior attacco, miglior difesa e miglior squadra per rendimento sia interno che esterno. Tra i protagonisti di questa corazzata c’è stato sicuramente Dennis Scapinello, che ha raggiunto quota 17 gol in campionato giocando un ruolo fondamentale nello scacchiere di mister Gennari.

Ti aspettavi una vittoria così schiacciante?

“La squadra era stata costruita per vincere, quella era l’idea iniziale e l’obiettivo da provare a raggiungere. Poi è ovvio che vincere con così tante giornate d’anticipo e con un distacco così importante non è stato semplice, è stato frutto di un ottimo lavoro svolto da tutti quanti. Credo che il gruppo abbia fatto la differenza, siamo tutti bravi ragazzi e siamo amici anche fuori dal campo, anche questo incide. Ovviamente la qualità di tanti giocatori nostri ci ha aiutato a vincere, ma veramente la differenza l’ha fatta tutta la società, nessuno escluso”.

C’è stata una partita che vi ha fatto capire che era possibile vincere?

“In realtà non c’è stata una partita in sè. Dentro di noi sapevamo fin dall’inizio che ci avremmo dovuto provare e che avevamo le qualità per farlo. Se devo scegliere una partita posso dirti subito la prima con il Saronno, scontro diretto ad inizio campionato e vittoria per noi, lì abbiamo capito di essere veramente forti. Poi va detto che anche quando abbiamo pareggiato, sotto non ne hanno mai approfittato”.

A livello personale hai segnato 17 gol, ti aspettavi questi numeri?

“Sono molto felice del mio rendimento perchè i gol fanno sempre piacere. Ne ho fatti 17 ma mi piace anche fare assist e ne ho fatti anche lì un numero simile. Non voglio prendermi alcun merito però, quando tutta la squadra è forte e gira bene è molto più semplice esprimersi al meglio”.

Un pensiero sul mister?

“Il mister è sempre stato importante, senza di lui non sarebbe stato possibile fare nulla di tutto questo. Credo ci abbia dato un’impronta di gioco importante e che è stata seguita da risultati. Siamo riusciti a vincere esprimendo anche un ottimo gioco. Il mister lo reputo di categoria superiore”.

E il tuo futuro?

“Nessun dubbio, rimango qui alla Solbiatese. Mi sono trovato benissimo quest’anno, tutto è andato per il verso giusto, sono stato riconfermato e sono contento di rimanere. C’è tutto un progetto dietro, sono legato a questi colori e a questa società, non vedo l’ora di tornare a giocare in Eccellenza”.

 

Francesco Nigro

 

Condividi su
X