Top

Super Mario Chessa e quella promessa in caso di…

Come al solito, uno dei grandi protagonisti del big match vinto ieri dalla Castellanzese è stato Mario Chessa, miglior marcatore di tutta la Serie D con 21 reti realizzate nelle prime 26 giornate. La tripletta messa a segno dal numero 7 ai danni del Gozzano ha permesso alla propria squadra di agganciare proprio i rossoblu al primo posto della classifica: quella che era solo una favola è ormai diventata realtà, ma bisogna aspettare ancora 12 giornate per capire se diventerà leggenda.

Abbiamo avuto il piacere di intervistare lo stesso Mario Chessa per capire meglio quale fosse il clima che si sta vivendo in casa neroverde e chiedergli quali saranno i prossimi obiettivi da raggiungere: “Partiamo da inizio stagione, il direttore e il presidente avevano costruito la squadra per conquistare la salvezza, proprio nell’anno del centenario sarebbe stato molto importante riuscire a mantenere la categoria. C’erano tanti ragazzi nuovi in rosa, ma con il passare del tempo il feeling tra la squadra e il mister è diventato sempre più forte, sono poi arrivati anche altri giocatori, tra cui per esempio un certo Federico Zazzi, che senza dubbio hanno fatto la differenza. Il mister ha sempre creduto moltissimo in questo gruppo, anche quando avevamo perso tre partite consecutive lui ci fece capire che era convinto delle nostre potenzialità, proprio dopo quel periodo di difficoltà siamo riusciti a trovare la strada giusta. Adesso in molti dicono che abbiamo avuto anche tanta fortuna nel battere la prima in classifica, io non credo sia così, la vittoria di ieri e tutto quello che abbiamo fatto finora è stato merito dell’allenatore, del direttore e di tutti noi giocatori. L’obiettivo della salvezza è ormai raggiunto, arrivati a questo punto è inutile nascondersi: ci crediamo, riuscire a vincere il campionato sarebbe una grande soddisfazione per tutti noi. Siamo un gruppo di ragazzi molto giovani, io ho 28 anni e sono il più vecchio in rosa, affronteremo le prossime partite con molta serenità, a differenza di altri non abbiamo la pressione di dover vincere a tutti i costi” Dopo aver parlato del gruppo, il numero 7 ha poi affrontato anche il tema legato alla classifica marcatori: “Non mi aspettavo una stagione del genere, è come se stessi vivendo un sogno, anche il fatto di aver segnato 21 gol nelle prime 26 giornate è stato semplicemente straordinario, tuttavia, nulla è accaduto per caso, il lavoro paga sempre. Inizialmente l’obiettivo era quello di superare il mio record di gol (16), ora però non posso e non devo accontentarmi. Prima di tutto penso al bene della squadra, se poi dovessi realizzare altre reti, tanto di guadagnato. Da qui alla fine voglio raggiungere tre obiettivi in ordine di importanza: vincere il campionato, aggiudicarmi la classifica marcatori e infine ottenere il pallone d’oro. Per come si sono messe le cose, raggiungere i play off sarebbe il minimo, dobbiamo continuare a giocare come abbiamo fatto finora senza stare troppo a pensare alla classifica“. Chessa ha anche svelato che i componenti della rosa della Castellanzese si sono fatti una promessa: “Qualora dovessimo vincere il campionato, abbiamo deciso di tatuarcelo sulla pelle in modo da potercelo ricordare per sempre, si tratterebbe di un primo posto indimenticabile“.

Emanuele Vento 

Condividi su
X