Top

Tg Prepartita – Colombo: “Vittoria fondamentale”. Spilli: “Che peccato non giocare il derby”

Come di consueto durante il nostro Tg del venerdì, il Tg prepartita, non sono mancati collegamenti telefonici con protagonisti della prossima giornata sportiva. Per la Serie D è intervenuto il Ds dell’Arconatese, Enio Colombo; in Eccellenza abbiamo contattato Marco Spilli, tecnico della Varesina, e per la Promozione abbiamo parlato con Gabriele Raspelli, allenatore della Rhodense. Ecco quello che ci hanno raccontato i nostri tre ospiti di giornata…

Enio Colombo e l’ottimo momento della sua Arconatese

In collegamento telefonico, Enio Colombo, direttore sportivo dell’Arconatese, ci ha raccontato del buon momento dei suoi, dopo i quattro risultati utili consecutivi: «Sicuramente il successo di settimana scorsa è stato prezioso; abbiamo giocato su un campo difficile e contro un’ottima squadra, portare a casa la vittoria è solamente una conferma del nostro momento positivo. Siamo in corsa per la salvezza diretta e ci siamo sempre giocati tutte le partite, poi forse in alcune gare è mancato il guizzo finale e in certe occasioni, come con il Borgaro, siamo stati sfortunati. Se continuiamo così sicuramente i risultati arriveranno». Per quanto riguarda il finale del campionato, il Direttore racconta di come manchino ancora troppe gare per dare certezze, ma non ha dubbi sul fatto che il Lecco sia la principale candidata alla promozione: «Ad oggi mancano troppe giornate per fare considerazioni, ma se ci dovesse essere la forbice ben venga. Quello che conta è domenica, giornata in cui affronteremo il Chieri, e speriamo di portare a casa punti. Il Lecco? È la squadra più forte, più attrezzata e con tanto seguito. Gaburro può anche permettersi qualche passo falso, ma sicuramente il Lecco è la candidata al titolo».

Una Varesina che non sbaglia un colpo

Con Marco Spilli, tecnico della Varesina, abbiamo parlato della vittoria per 3-0 a tavolino dei suoi sul Varese, il quale non si è presentato al recupero di mercoledì sera: «Sicuramente è stata una pagina triste del calcio, ma non perché noi ci siamo ritrovati in un parcheggio davanti ad uno stadio chiuso e a luci spente, bensì perché gli avversari non si sono presentati». L’allenatore ha poi proseguito raccontando dell’ottimo inizio del 2019 della sua Varesina che ha collezionato cinque vittorie consecutive: «Non mi sorprende questo momento più che positivo, dato che la squadra è costruita per fare bene; sono un po’ rammaricato per l’inizio del campionato, durante il quale abbiamo lasciato troppi punti per strada. Dobbiamo sempre stare in allerta perché le partite come quella di domenica prossima con il Verbano saranno ostiche; l’obiettivo è quello di cercare la continuità per provare a riempire il distacco con la Castellanzese». Marco Spilli conclude il suo intervento con una chiosa a favore di Alessio Cargiolli, tornato al gol contro l’Accademia Pavese: «Cargiolli? Vive per segnare come ogni attaccante. Onestamente iniziava a mancargli il gol, ma ha fatto grandi prestazioni in tutte le gare, regalando assist e giocate importanti».

Sfida ostica per una Rhodense che vuole tenersi stretta la prima piazza

L’ultimo ad intervenire è stato Gabriele Raspelli, allenatore della Rhodense. Gli Orange dopo la secca sconfitta sul campo della Base 96, si sono riscattati nel recupero di mercoledì sera con il Muggiò. Il tecnico della Rhodense ha raccontato: «Con la Base è stata una brutta prestazione e un calo ci sta e, forse, era prevedibile, merito a loro per l’ottima gara disputata. Noi siamo già ripartiti ritrovando il successo nel recupero, e dando una risposta positiva». In merito alle dirette rivali, Raspelli ha le idee chiare su quale sia la squadra più “temibile”: «La squadra che mi fa più paura? Fra Morazzone, Vergiatese e Gavirate…Tutte e tre, con il Morazzone che ha una gara in meno e quindi risulta essere la favorita». L’intervento telefonico si è concluso parlando della prossima sfida che vedrà gli Orange ospitare un’Olimpia alla ricerca di un posto sul treno playoff: «Domenica ci aspetta un’altra finale; loro sono una squadra molto attrezzata e, pensando all’andata, siamo riusciti a spuntarla con un calcio di rigore. Dobbiamo provare a portare a casa i tre punti, perché questo campionato lo vince solo chi riesce a dare più continuità di risultati».

Condividi su
X