Top

Tritium-Prato Serie D, dopo una partita meravigliosa la spunta la Tritium. Primo successo della nuova proprietà

Allo stadio La Rocca Tritium e Prato si affrontano nella quindicesima giornata del girone D. La Tritium arriva a questo incontro forte degli ultimi due pareggi, ottenuti da quando la nuova proprietà si è insediata a Trezzo. Il Prato di Amelia invece si presenta allo stadio La Rocca con due sconfitte consecutive sulle spalle e con la necessità di ritrovare i 3 punti.

La partita è fin da subito frizzante e vivace, con le due squadre che si scoprono e attaccano tanto. Dopo soli 11′ di gioco passa in vantaggio il Prato grazie al mancino vincente di capitan Sciannamè che batte Migliore. La Tritium non demorde e continua ad attaccare senza tregua, la svolta per i trezzesi arriva allo scadere del primo tempo, quando Garcia imbuca per l’1-1.

Nella ripresa se possibile, i ritmi si alzano ancora di più e il Prato trova il vantaggio con un penalty di Tomaselli dopo soli 6′ di gioco. La squadra di Tricarico non ci sta e reagisce al 15esimo con una magia di Scaramuzza, che con il destro pesca l’incrocio dei pali e mette a referto un eurogol. Solo 4 minuti più tardi Francesco Gobbi si mette in proprio e si guadagna un prezioso calcio di rigore. Sul dischetto si presenta proprio Gobbi, che con il destro mette il pallone sotto l’incrocio e batte Pagnini.

Finisce 3-2 per la Tritium la sfida dello stadio la Rocca, con gli uomini di Tricarico che danno continuità ai risultati utili e trovano la prima vittoria della nuova gestione. Continua invece il momento no della squadra di Amelia, che incassa la terza sconfitta consecutiva.

LE PAGELLE

TRITIUM
Migliore 6 Sicuro i  uscita e incolpevole sui gol.
Messina 6.5 Prestazione ottima macchiata solo dal fallo comesso in occasione del rigore avversario. Evitabile.
Lamberti 7.5 Un motorino inesauribile. Benzina illimitata e giocate di grandissimo livello.
Maspero 7 Leader del centrocampo e giocatore di una qualità fuori dal comune.
Guida 7.5  Difensore solido e roccioso che usa i muscoli per arginare gli avversari.
Fabiani 7 Pulito e ordinato, è sempre al posto giusto. Salva anche un gol in extremis.
Scaramuzza 8 Uno dei migliori dei suoi per distacco. Quando sgasa sulla fascia è imprendibile e il gol è di una bellezza indescrivibile.
Cisternino 6.5 Pulito e ordinato a centrocampo.
Gobbi 7.5 Solita prestazione di spinta e sacrificio. Si guadagna il rigore e lo trasforma con freddezza.
Garcìa 7 Fantasista dotato di una classe e un’eleganza impareggiabili. Trova il suo secondo gol consecutivo in stagione.
Franchi 8 Qualità e quantità per Tricarico. Prestazione maiuscola a cui manca solo il gol.

SUBENTRATI
Pezzotta 6.5 Entra con il piglio e la cattiveria giusta.
Capua sv
Doria sv
Diana sv
All.Tricarico  7 
La squadra gira a meraviglia e il campo lo dimostra. Da correggere qualche piccolo errorino ma la strada è quella giusta.

PRATO
Pagnini 5.5 Non è sembrato molto sicuro, soprattutto nei rinvii dal fondo.
Sciannamè 6.5 Capitano di dato e di fatto. Non molla mai.
D’Orsi 5 Non riesce ad incidere nel centrocampo biancoazzurro. Poco visibile.
Tomaselli 7 Il migliore dei suoi. Qualità palla al piede e determinazione giusta.
Maione 6.5 Uno dei migliori, non disdegna mai la giocata e prova spesso il dribbling.
Angeli 6 In difesa dice la sua e comanda il reparto.
Cestaro 5 Errore gravissimo in occasione del rigore.
Aleksic Bojan 5 Poco coinvolto e nervoso. Lo testimonia il cartellino rosso finale.
Soldani 5 Nullo in mezzo al campo. Non si vede mai.
Lugnan 4.5 Completamente in bambola, sbaglia di tutto e di più. Scaramuzza lo fa soffrire.
Piampiani 5 Non riesce ad incidere sull’out mancino, dove è poco propositivo.

SUBENTRATI
Renzi 6 Entra bene in campo e lotta su ogni pallone.
Pardera 5.5 Non riesce ad essere protagonista, vittima della brutta prestazione dei suoi.
Grillo sv
Bellucci sv
Nicoli sv
All. Amelia 5.5 Qualcosa di buono si è visto, ma il Prato non convince nè per il gioco nè per la grinta.

 

Francesco Nigro

Condividi su
X