Top

Vado, l’ex Mauro Redaelli annuncia il ritiro dal calcio

A soli 28 anni Mauro Redaelli ha detto basta. Il centrocampista, nell’ultima stagione al Vado, nel girone A di Serie D, ha deciso di lasciare il calcio. Il giocatore ha trovato un’offerta lavorativa che non gli permetterà di conciliare gli orari di allenamento. Il classe 1992 di Milano mette così fine a una carriera da quasi 300 presenze, impreziosite da più di una ventina di gol. «È stato bello» ha scritto su Facebook. «Grazie a tutti per questi anni di pallone, campi, allenamenti, trasferte, sessioni di calciomercato, divertimento, vittorie, sconfitte e pareggi. Tantissime conoscenze, tantissime amicizie, tantissime esperienze dentro e fuori quel rettangolo di gioco, città diverse, modi di vivere diversi, stile di vita unico: saranno queste le cose che più mi mancheranno» ha rivelato, ricordando i tanti momenti felici legati al calcio, come la promozione in D con il Vado o l’esordio in C1 con il Pavia.

La carriera

Quella di Redaelli, infatti, è stata un’avventura ricca di soddisfazioni, cominciata tra i “grandi” a 18 anni, con la Gallaratese in Serie D. Nel 2012 è passato al Pavia, in Serie C, dove in un paio di stagioni ha messo insieme 41 presenze. Dopo le due annate sfortunate in C2 e D con Castiglione e Piacenza, il mediano ha scelto la bergamasca per ripartire. Nel gennaio 2014 si è trasferito al Seriate, per poi rappresentare una colonna della Virtus Bergamo negli anni successivi, fino al 2017. Dopo un campionato con il Caravaggio, nelle ultime due stagioni è approdato nel Vado, contribuendo alla vittoria del campionato di Eccellenza e alla salvezza in D nel 2019/20.

Condividi su
X