Top

Varzi Eccellenza, Raso scatenato sul mercato. L’ultimo arrivato è Paganin, che sembra avere le idee ben chiare

Il direttore sportivo del Varzi Nicola Raso, ha fatto il punto sulla stagione della squadra granata e soprattutto sul mercato. Ormai è ufficiale, il Varzi ha reso noto l’acquisto di Riccardo Paganin, figlio d’arte e giocatore di categoria superiore, che andrà ad occupare un posto di rilievo nello scacchiere granata. 

Nicola Raso ha parlato così del colpo Paganin: «Diciamo che siamo contenti perchè Paganin ha caratteristiche diverse dai due giocatori che abbiamo perso. Senza Lewandowski e Ababio, Paganin ci da un nuovo assetto e ha caratteristiche importanti sia di qualità che di quantità».

Il direttore sportivo del Varzi ha fatto chiarezza anche sulla situazione di campioanto: «Non vedo favorite nel girone, anche perchè siamo solo alla sesta giornata ed è troppo presto per parlare. Tuttavia sono consapevole che ci siano delle società importantissime, anche più di noi. Mi riferisco al Pavia, che nonostante gi ultimi passi falsi ha un buon collettivo e si rialzerà presto, o alla Varesina che ha preso Tripoli e ha una rosa di assoluto livello.  Noi siamo là davanti e ce la giochiamo con tutti, poi si vedrà di che pasta siamo fatti».

Nicola Raso ha poi voluto lanciare un ultima chicca in tema mercato: «Siamo sempre viglili sul mercato e ci muoviamo quando è il caso di farlo. Posso dire che siamo vicini a chiudere per un altro giocatore. Niente di ufficiale ancora, non posso rivelare di più, ma ci saranno aggiornamenti in settimana».

A parlare con noi anche il neo acquisto Riccardo Paganin, calciatore classe 1997 ed ex Vicenza, che si è espresso con umiltà e consapevolezza sulla sua scelta.

Paganin ci ha raccontato le motivazioni della scelta: «Ho detto no anche a qualche proposta dalla Serie D perchè ho visto nel Varzi la piazza giusta per fare qualcosa di importante. Ho scelto sulla base dell’impressione che la società ha fatto a me, e in secondo luogo perchè ho sempre sentito parlare benissimo di questa piazza. Poi i risultati e la rosa di livello hanno sicuramente contribuito, ma la motivazione principale rimane l’impressione positiva che ho avuto».

Il centrocampista granata ci ha anche fornito la sua visione sulle differenze tra Serie D ed Eccellenza: «Ho giocato in Serie D e ovviamente si respira aria di calcio vero. La differenza sta sicuramente nella metodologia di allenamento perchè in D si fanno 5 o 6 allenamenti a settimana e nel primo pomeriggio, mentre in Eccellenza è diverso. Questo campionato rappresenta una sfida personale e proverò a dare il massimo».

Paganin infine ha fatto il punto sui suoi obiettivi personali: «Non ho chissà quali ambizioni o traguardi da raggiungere. Mi aspetto di dare il massimo e di contribuire ad una causa importante. Personalmente voglio fornire parecchi assist ai miei compagni e magari segnare anche qualche gol, ma se mi chiedessero tra la vittoria del campionato e 5 gol e 5 assist in stagione ovviamente sceglierei la prima, ad occhi chiusi. Oggi conoscerò i compagni e il mister, non vedo l’ora di mettermi in gioco».

 

Francesco Nigro

 

Condividi su
X