Top

Varzi, il film della stagione: bilancio più che positivo

È decisamente positivo il bilancio di questa prima parte di stagione in casa Varzi. Reduce dalla vittoria in Promozione, la società granata ha mosso i primi passi in Eccellenza con personalità, senza paura e con il proverbiale entusiasmo di una neopromossa. Le ambizioni estive erano chiare: la realtà del Dottor Fabrizio Catenacci era pronta a ben figurare in un campionato ostico e tutto da scoprire. Il mercato ha visto la conferma dell’ossatura vincente dello scorso anno, alla quale sono stati aggiunti il difensore Scarcella, il centrocampista Monopoli e l’attaccante Romano, con diversi giovani interessanti al seguito, come Domenichetti, Iervolino, Bernareggi, Grippo. Fin dalla preparazione, effettuata a Rivanazzano Terme, l’allenatore Alessandro Pagano, confermato per la quarta annata consecutiva, è stato in grado di coordinare gli interpreti a disposizione e lustrarli al meglio nel suo 4-3-3.

Beffa Coppa Italia

Le amichevoli contro Arquatese (Promozione Piemontese), Casteggio (Prima Categoria) e Derthona (Serie D) hanno confermato le buone indicazioni iniziali, con diverse note liete per lo staff granata. In Coppa Italia il Varzi è stato inserito in un girone di ferro di  con Vogherese, Pavia e Accademia Pavese. Il risultato è stato molto incoraggiante: due vittorie, un pareggio e la qualificazione negata solo da per gol di differenza che invece ha premiato il Pavia. I granata se la sono sempre giocata con tutte le avversarie, eccetto il primo tempo di Pavia, dove i padroni di casa sono stati decisamente superiori. Ma, anche in quell’occasione, il carattere e la determinazione, nonostante l’inferiorità numerica, hanno permesso al Varzi di riacciuffare la partita.

Avvio beneagurante

In campionato il bilancio parla di due vittorie e una sconfitta. Con l’Ardor Lazzate la gara è stata piuttosto equilibrata e decisa a fine primo tempo da Mantellini, bravo a sfruttare un non perfetto posizionamento della retroguardia granata. Contro la Rhodense i ragazzi di Pagano hanno messo in campo tutta la rabbia proveniente dall’eliminazione in Coppa Italia e dalla sconfitta al debutto in campionato. Romano e Rebecchi sono stati i marcatori di un match che i granata sembravano non voler chiudere. A Seveso contro il Base, ridotto in nove uomini, è arrivata un successo non proprio brillante, ma fondamentale, firmato ancora da Rebecchi, abile nel procurarsi e realizzare un calcio di rigore. E poi lo stop brusco, a partire dalla vigilia del turno infrasettimanale con il Gavirate. Il desiderio di tornare in campo, la domenica successiva con la Sestese, è stato frenato dall’ordinanza regionale. Se ne riparlerà solo nel 2021, ma la voglia di giocare per essere protagonisti, in casa Varzi, sarà sempre quella dei giorni migliori.

                                                                                                                                                                                                  Gianluca Giaconia

Condividi su
X