Top

Una vecchia conoscenza della serie A sulla panchina del Borgosesia

La dirigenza della società piemontese ha comunicato che Stefano Rossini prenderà il posto di Carlo Prelli sulla panchina del Borgosesia. L’obiettivo di questa mossa societaria è quello di provare a far risalire la squadra in classifica, la quale attualmente vede i piemontesi al 17° posto con nove punti di distacco dalla zona salvezza. Rossini prende dunque in mano una formazione reduce da cinque sconfitte consecutive e farà il suo esordio in casa della Caronnese, squadra in cerca di riscatto dopo la sconfitta di domenica contro la Castellanzese.

Senza dubbio, dal punto di vista del calcio giocato, sono pochi gli allenatori di Serie D che possono vantare un curriculum come quello di Rossini. Il nuovo allenatore del Borgosesia, nato in terra lombarda, ha avuto l’onore di esordire nella massima serie indossando la maglia della squadra che lo ha fatto crescere, correva infatti il 1989 quando Rossini calpestò per la prima volta un campo di Serie A in qualità di difensore centrale dell’Inter. In carriera ebbe l’onore di vestire diverse maglie di Serie A, tra cui quelle di Parma, Udinese, Atalanta e Genoa.

Rossini terminò la sua carriera da giocatore nel 2012 con la maglia del Fiore, squadra piacentina del campionato di Promozione. Dall’anno dopo incomincia ad allenare sempre in Emilia-Romagna nel campionato di Eccellenza. Tuttavia, quella con il Borgosesia, non sarà per lui la prima volta da allenatore di una squadra di Serie D, da ottobre 2017 a marzo 2019 ha infatti guidato la Vigor Carpaneto riuscendo a raggiungere addirittura il settimo posto in classifica.

(foto: Borgosesia)

Emanuele Vento 

Condividi su
X