Top

Vogherese Eccellenza, Tomasoni esonerato: «Avrei voluto conoscere almeno le motivazioni»

Dopo la sconfitta nel derby di Coppa contro il Pavia, la Vogherese ha comunicato l’esonero di mister Paolo Tomasoni. L’ex tecnico rossonero paga il conto dopo aver cominciato la stagione in modo abbastanza altalenante, con 2 punti nelle prime 4 di campionato.

Tomasoni ha parlato con noi della partita di ieri: «Abbiamo fatto una gran partita e abbiamo perso per via di alcuni episodi. Sono dispiaciuto perchè la squadra stava migliorando di giorno in giorno, semplicemente eravamo in un momento piuttosto sfortunato. Mi fa strano pensare di essere stato esonerato dopo la partita di ieri, visto che ce la siamo giocata contro una delle squadre che puntano a vincere il campionato e con un uomo in meno».

Tomasoni ha anche raccontato le modalità con cui gli è stata comunicata la notizia: «Ho ricevuto la chiamata del direttore sportivo che mi diceva che il presidente aveva scelto di esonerarmi. Nessuna spiegazione, nessun motivo reale per tutto ciò, e di conseguenza ne sono rimasto stupito. Non capita tutti i giorni di essere esonerati, e di certo non senza saperne le motivazioni. Ringrazio comunque la società per la possibilità che mi è stata data, ma onestamente non condivido il gesto, o almeno, le modalità».

L’ex mister rossonero ha anche spiegato quali siano i suoi rimpianti: «Lascio una squadra forte e organizzata, che stava migliorando giornalmente. Personalmente credo che avrei potuto fare ancora bene sulla panchina della Vogherese, ma ormai è fatta. Spiace perchè stavamo facendo buone prestazioni ma ci sono mancati i risultati, ma alla fine è il calcio, non ci può girare male sempre. Il mio rimpianto è quello di aver potuto allenare la squadra al completo solo nelle ultime 2 settimane, perchè prima eravamo sempre contati».

 

Francesco Nigro

 

Condividi su
X