In ESCLUSIVA per Be,Pi TV durante la trasmissione “B Women” ha detto la sua il portiere del Brescia: Sabrina Tasselli. Ecco le sue dichiarazioni. Soddisfatta della partita contro il Cesena? “Devo dire che sono abbastanza soddisfatta, anche se secondo me si meritava un risultato meno rotondo. Aggiungo che i tredici punti in classifica ci sono […]

In ESCLUSIVA per Be,Pi TV durante la trasmissione “B Women” ha detto la sua il portiere del Brescia: Sabrina Tasselli. Ecco le sue dichiarazioni.

Soddisfatta della partita contro il Cesena?

“Devo dire che sono abbastanza soddisfatta, anche se secondo me si meritava un risultato meno rotondo. Aggiungo che i tredici punti in classifica ci sono e si sono visti”.

Come sta andando la tua carriera?

“Io ho girato tanto, ho avuto tante esperienze e sono contenta di aver vissuto diverse realtà, conosciuto tante persone e soprattutto diversi metodi di lavoro. Non posso fare altro che ammettere di essermi divertita”.

Come è stato vivere in Islanda?

Fantastico, anche perché sono andata in un periodo in cui c’era sempre luce. In Islanda infatti c’era sempre luce e di conseguenza dove vedevi tramontare da una parte, in realtà sorgeva il sole dall’altra”.

Hai vestito la maglia della nazionale, che esperienza è stata?

“Guarda credo sia stato il picco della mia carriera, nonché il sogno di tutte quelle che si affacciano a questo sport. Emozioni bellissime, me la sono goduta meno anche perché all’epoca ero sicuramente un po’ spensierata”.

Cosa prevede il futuro di Sabrina Tassello?

“Avevo già iniziato a seguire le ragazze in quel di Terni, adesso a Brescia sto pensando a collaborare con il settore giovanile come responsabile. Logico si prepara di un approccio con ottica futura”.

Quanto è cambiato il calcio femminile?

“Ci sarebbero davvero tante cose da analizzare. Sicuramente il gioco ed il livello fisico sono migliorati. Le società sono molto più organizzate e molto meno alla come vengono. La strada è ancora molto lunga, ma non solo nel femminile anche nel maschile con settori giovanili al di sotto delle aspettative. Questo ritardo poi si percuote anche sulle prime squadre“.

C’è una squadra con cui vorresti approfondire la conoscenza?

“Parto dal presupposto che mi trovo benissimo a Brescia e poi vedremo per il prossimo anno anche se la mia idea è di rimanere. Se ti devo dire una squadra, ti direi il Bologna perché è una città bellissima ed una squadra blasonata. Inoltre un ottimo progetto visto che sono partite dalle giovani e stanno costruendo su quello”.

Nicola Badursi

16 Febbraio 2024

Articoli Correlati Senza categria