Top

Pavia contestato, l’Accademia si affida a Dio(h). al Fortunati finisce 4 a 4

Un derby degno di essere chiamato tale quello andato in scena al “Fortunati” di Pavia, dove i padroni di casa
hanno pareggiato 4 a 4 contro un’ottima Accademia Pavese. Un punto che, però, non accontenta nessuna
delle due squadre.

La gara si apre subito con un episodio chiave: dopo appena un giro di lancette Tomassone commette fallo da ultimo uomo ai danni di Cirigliano e viene espulso.

Dopo alcuni momenti di tensione, la punizione viene battuta da Zingari, che con una precisa traiettoria supera Alio siglando la rete del vantaggio biancoblu.

L’Accademia però non ci sta e al 10’ trova il pari con Vassallo, abile a superare Boari dopo una rocambolesca azione nell’area di casa. Al 24’ inizia invece il pomeriggio magico di Ekwalla Dioh, attaccante classe 1999, che porta avanti gli ospiti con un destro a giro da dentro l’area che supera l’estremo di casa.

La ripresa è una pioggia di emozioni. Nemmeno il tempo di riprendere contatto col terreno di gioco che la formazione di Albertini pareggia, grazie a Donadio, che pesca dal cilindro una serpentina e un destro sul primo palo imparabile per l’estremo difensore dell’Accademia.

Al 55’ resta in dieci anche il Pavia, per via di una trattenuta da ultimo uomo di Dellavolpe ai danni di Dioh. Al 60’ i padroni di casa la ribaltano sul 3 a 2 con l’inzuccata di Cirigliano, ma sette minuti più tardi Dioh sigla la personale doppietta con un potente destro
all’interno dell’area piccola.

Al 77’ gli ospiti controsorpassano il Pavia: imbucata per Dioh che sfugge alla marcatura di Marku e col destro trafigge in uscita Boari, portandosi a casa il pallone e suggellando con la personale tripletta un pomeriggio da favola. Sembra finita ma in pieno recupero un altro colpo di testa di Cirigliano vale il definitivo 4 a 4.

Un punto che forse accontenta maggiormente gli ospiti, che rimangono però al penultimo posto della
classifica a quota 5 punti; continua la striscia negativa del Pavia, che non vince da 8 gare e che, al triplice
fischio, viene pesantemente contestato dai suoi tifosi.

LE PAGELLE

PAVIA
Boari 6: Può poco sui gol, non viene quasi mai chiamato in causa.
Negri 6.5: Ottima prestazione, stantuffo costante sulla fascia destra.
Gatano 6: Fatica a farsi vedere ad inizio gara, aumenta i giri nella ripresa. Dall’80’ Lizzio S.V.
Dellavolpe 5: Rovina una buona prestazione con il rosso che riequilibra il numero di giocatori in campo.
Bargiggia 5.5: Tanta corsa ma poca precisione, resta negli spogliatoi a fine primo tempo. Dal 46’ Amelotti 6:
da maggiore sostanza al centrocampo di casa.
Marku 5: Soffre maledettamente Dioh, troppo lento in fase di impostazione.
Donadio 7: Classe da vendere e un gol d’autore. È uno dei migliori dei suoi.
Ottonello 6: Prende parte a quasi tutte le azioni del Pavia, cresce nella ripresa.
Zingari 7: Sblocca il match con una gran punizione, fornisce due assist e ci prova da fuori. Gran giocatore.
Cirigliano 7.5: Con due inzuccate regala prima il 3 a 2 ai suoi, poi evita la sconfitta col gol del 4 a 4.
Moratti 6.5: Tanta voglia ed intraprendenza, si abbassa spesso e per questo perde lucidità là davanti. Dall’80’
Galimberti S.V.

ACCADEMIA PAVESE
Alio 5: Poco sicuro nelle uscite alte, male sulla rete del definitivo pareggio.
Mori 6: Prestazione senza infamia e senza lode. Dal 52’ Bernareggi 6: Copia e incolla del compagno di reparto.
Russo 6.5: Propositivo nel primo tempo, cala alla distanza. Dall’84’ Fioran S.V.
Tambussi 6.5: Ottima prestazione la sua, bravo negli anticipi e nelle chiusure.
Tomassone 3: La sua gara dura un minuto, poi abbatte un avversario e si fa espellere.
Bernini 6.5: Prestazione sontuosa di un ragazzo classe 2005. Segnatevi questo nome.
Castillo 6: Parte bene, poi è costretto ad uscire per infortunio. Dal 41’ Laraia 6: Buona gara la sua, ben messo
in campo e pericoloso davanti.
Provasio 6.5: Ottima prestazione del capitano, lì in mezzo i palloni passano sempre dai suoi piedi.
Maggi 6.5: In campo è ovunque, attacca e difende con costanza per quasi settanta minuti. Dal 69’ Dioh Mouna
6: Dimostra di avere dei colpi, anche se tocca pochi palloni.
Vassallo 7: Ha il merito di credere sul pallone che porta al gol dell’1 a 1. Con Dioh forma una grande coppia.
Dal 49’ Bertocchi 6: Entra male, ma nel finale è provvidenziale nel tenere il pallone in avanti.
Dioh Ekwalla 8.5: Firma una tripletta d’autore, difende palla, la smista, torna ad aiutare e corre per due. Cosa
chiedere di più?

 

Matteo Mosconi

Condividi su
X