Top

Ripescaggi in Serie D, ecco i criteri

Il volto della Serie D nella prossima stagione potrebbe cambiare. La Lega Nazionale Dilettanti ha deciso infatti i criteri per i ripescaggi delle società di Eccellenza. La graduatoria non terrà conto della media punti delle seconde classificate.
Potranno quindi presentare la domanda tutte le società. Quelle che hanno finito il campionato al secondo posto avranno comunque un bonus di 6 punti.

Un tesoretto che però non può lasciare tranquilli, perché i club che hanno sede in capoluogo di Provincia, con più di 50.000 abitanti e che negli ultimi due anni hanno militato in Interregionale arriverebbero sopra i 20 punti, superando abbondantemente le seconde. Soprattutto se possono contare su un settore giovanile dai grandi numeri e su strutture a norma.

I ripescaggi poi non conteranno sul criterio dell’alternanza di una retrocessa dalla Serie D e una seconda di Eccellenza, ma prima di riammettere una società di Eccellenza si tenterà di riaccettare due retrocesse dalla D.

Condividi su
X